Ds e Cisl spiegano la riforma del Tfr

Il convegno si terrà mercoledì e tenterà di fare chiarezza su alcuni aspetti della legge che consente al lavoratore di decidere del proprio fondo pensione

Il governo Berlusconi cambia la previdenza sociale e i Democratici di sinistra la spiegano ai cittadini con l’ausilio del patronato Inas Cisl con tutti i dubbi del caso. Mercoledì 15 febbraio alle 21 si terrà il primo di una serie di incontri dedicati alla «Riforma del trattamento di fine rapporto» alla Palazzina della Cultura di via Sacco 11. I relatori saranno Gianluigi Restelli, segretario della Cisl di Varese, Mauro Rampoldi, direttore patronato Inas-Cisl e Daniele Marantelli, consigliere nazionale Ds. In particolare verranno toccati i punti della riforma che riguardano i fondi pensione, le polizze assicurative e le imposte.

«Spiegheremo nel modo più oggettivo possibile un tema che interessa milioni di lavoratori – spiega Natalia Di Murro, organizzatrice dell’incontro e segretaria dell’unità di base Belforte Walter Marcobi –  e che da un lato da una grande libertà su come gestire il proprio fondo pensione al lavoratore ma dall’altra non spiega gli strumenti». L’incontro, dunque, avrà una doppia valenza sia esplicativa che critica per alcune scelte fatte dal ministro del Welfare Maroni che ha deciso di rinviare l’avvio della riforma al 2008.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.