EnergiVa, il bilancio di un risparmio

3 milioni di euro la cifra di risparmio stimato per le imprese che hanno scelto l'alternativa Energi.Va

E’ di oltre 3 milioni di euro l’entità del risparmio ottenuto complessivamente nel 2005 dalle 160 imprese che acquistano energia elettrica sul mercato attraverso “Energi.Va”, il consorzio di imprese costituito per iniziativa dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese che da anni opera nel settore delle fonti energetiche per favorire il passaggio delle imprese dal monopolio al mercato libero.

La stretta collaborazione avviata nel gennaio 2003 con il nuovo fornitore “Espansione srl-Soluzioni per l’energia”, la società di trading elettrico creata dalle Unioni Industriali di Varese, Lecco e Legnano, ha consentito di ottenere, rispetto ai prezzi del mercato vincolato dell’energia elettrica, un risparmio pari al 7,5% sul costo di somministrazione: un risultato ottenuto grazie al ruolo attivo svolto dal fornitore all’interno del mercato, con la volontà di affrancarsi dalle logiche di profitto dei fornitori tradizionali a tutto vantaggio della clientela consortile.

Il Consorzio garantisce una valida e affidabile collaborazione anche per le forniture di gas metano ed è in grado di proporre alle imprese condizioni di primario interesse, sulla base di un’attenta analisi delle offerte dei diversi fornitori. Al Consorzio Energi.Va fanno capo 211 imprese, di cui 75 per l’acquisto della sola energia elettrica, 36 di gas metano e 100 per l’acquisto di entrambe le fonti energetiche. Per queste imprese l’acquisto consortile ha rappresentato la possibilità di attenuare in modo significativo gli ulteriori aumenti dei prezzi fatti registrare dall’energia elettrica nel 2005 rispetto a quelli del 2004, rivelatisi particolarmente onerosi per le industrie che impiegano l’energia soprattutto nelle ore di maggior carico. In un quadro ancora contrassegnato più da ombre che da luci, il Consorzio “Energi.Va” rappresenta un punto di riferimento importate per le imprese, non solo per la capacità di negoziare condizioni di fornitura competitive, ma anche per il supporto tecnico e consulenziale fornito alle imprese per aiutarle ad individuare, in un settore che richiede specifiche competenze professionali, le soluzioni più idonee alle proprie necessità e peculiarità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.