Guglielman: “Efficienza e razionalità per il Comune”

Il commissario prefettizio Paolo Guglielman incontra la stampa ed espone le prime scelte effettuate: su tutte, ottimizzare il lavoro di una macchina comunale sotto organico

Efficienza, razionalizzazione, lavoro di squadra: queste le parole d’ordine del prefetto Paolo Guglielman (foto), commissario prefettizio presso il Comune di Busto. In mattinata il commissario, accompagnanto per l’occasione dal segretario comunale Agostino Pascale, ha incontrato la stampa per dare comunicazione di quelle che saranno le linee su cui si svolgerà il suo mandato.

"Il mio compito principale, al momento, è di razionalizzare l’amministrazione ed ottenere, ove possibile, qualche risparmio di spesa" spiega Guglielman. "Ho trovato una macchina comunale che lavora bene, ma è un po’ sotto organico, soprattutto se la sia confronta con Varese, che ha il doppio del personale". Il commissario ha voluto ringraziare i giornalisti presenti per il loro servizio alla cittadinanza, fatto "di informazione, ma anche di vigilanza e controllo sulle attività dell’amministrazione", prima di passare a definire la sua linea di condotta.

"L’ascolto sarà la mia prima regola, per questo ho voluto subito dare voce agli ex amministratori dei vari partiti di maggioranza e opposizione" dichiara ancora Guglielman. "Adesso è fondamentale far capire ai cittadini che l’amministrazione continua a lavorare. In accordo con le Rsu dei lavoratori comunali, stiamo comunque studiando un riassetto dell’organigramma ed una distribuzione razionale delle risorse a disposizione tra i vari uffici, in modo da ottimizzare l’efficienza della macchina comunale. Cercheremo soprattutto di evitare incomunicabilità tra uffici che si occupano di questioni affini, anche con accorpamenti, se del caso". Fra questi progetti mirati all’efficienza spicca una ricognizione completa del patrimonio comunale, che si dovrebbe svolgere entro la primavera, in modo da avere finalmente un quadro completo ed aggiornato delle proprietà comunali. Su queste basi si potrà costruire, afrontando anche varie altre questioni rimaste in sospeso, fino al voto, previsto in primavera, presumibilmente in maggio.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.