Il Ciglione torna agli antichi fasti

Una stagione ricca di eventi attende i tifosi di motocross di tutta Italia

Dopo un’annata 2005 problematica, seguita allo straordinario successo del Gran Premio d’Italia Mondiale Cross, nel 2006 torna il grande Cross internazionale al Ciglione della Malpensa. Nella stagione che segna il cinquantenario del sodalizio Moto Club MV Gallarate che, dal 1956, è proprietario e gestore dell’impianto offroad più moderno, capiente e spettacolare d’Italia.

Sono ben sedici gli eventi programmati quest’anno, di cui almeno sei di altissima caratura, da marzo a ottobre, con due grandi e straordinari ritorni: i Campionati Internazionali d’Italia a marzo ed una sorta di Fast Cross Show, chiamato “Malpensa Master Cross”, a fine settembre.

Significative le prime parole del presidente del motoclub, Angelo Verona: «Abbiamo vinto una scommessa con noi stessi, ora proseguiamo nel lavoro con grandi motivazioni, determinazione ed impegno. Positiva la nostra opera nel tessere i rapporti con la Federazione Motociclistica Italiana. Ecco ora giungere i risultati, nel rispetto della nostra storia cinquantenaria e per il bene dell’intera categoria del cross. I contatti con i vertici federali sono stati frequenti in questi ultimi mesi. Dobbiamo ringraziare per la sensibilità personaggi che ci sono stati accanto anche nei momenti più difficili del 2005: Claudio Castiglioni, presidente del gruppo MV Agusta, Augusto Franchi della Progrip, la Provincia di Varese, oltre ai vertici federali composti dal presidente Paolo Sesti, dal suo vice Alberto Morresi (responsabile motocross) e da Ivan Bidorini (di Olgiate Olona, componente della giunta federale di Federmoto). Siamo orgogliosi di vantare la rinnovata e preziosa collaborazione con il motoclub Cairate presieduto da Patrizia Colombo e con i sindaci di Cardano al Campo e Casorate Sempione sul cui territorio sorge il crossdromo. Solo il lavoro d’équipe, la perfetta sinergia tra tutte le componenti può portare a lusinghieri risultati con benefici effetti sulla ricaduta positiva per lo sport giovanile, per l’offerta spettacolare e per l’economia del territorio che gioverebbe della realizzazione di una serie di eventi di caratura nazionale ed internazionale».

Si ridesta dunque la grande Malpensa Cross, il cosiddetto Ciglione, un impianto nato nel 1956 ed oggi rimodernato su un tracciato giudicato il migliore del mondo dalla federazione internazionale che ispezionò il Gran Premio d’Italia 2004: quell’evento vantò 20 mila presenze. Poi vicende di politica sportiva e di opportunità nell’attribuzione a rotazione della tappa mondiale in Italia portarono lontano dalla Malpensa il Gp d’Italia. Nel 2005 a Castiglione del Lago, nel 2006 a Montevarchi. «E’ un augurio per tutti e stiamo lavorando sodo per creare le basi del ritorno mondiale di Malpensa in chiave 2007 – precisa Angelo Verona, con al fianco i suoi collaboratori, Terenzio Valandro, Norberto Rech, Andrea Colombo e Marco Pontoglio -. Le star del cross internazionale faranno divertire il pubblico a partire dagli Internazionali d’Italia di metà marzo e in occasione del Malpensa Master Cross di fine settembre puntiamo su un’offerta di spettacolo da grande evento mondiale. Ma non dimentichiamo le altre sedici gare per un Ciglione che consolida le sue peculiarità di polo spettacolare del motorismo a due e quattro ruote fuoristrada».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.