Il marchio di Fausto Bertasa in mostra

Alla Duetart gallery la mostra personale dell'artista "Fair trade organization"

FAIR TRADE ORGANIZATION, è la nuova personale di Fausto BERTASA. L’artista è uno dei protagonisti del panorama artistico italiano che, dalla fine degli anni Ottanta ha cambiato, rinnovando, sia il modo di fare arte, sia il sistema, contribuendo a un forte ricambio generazionale. Il suo lavoro si è  subito distinto come un lavoro sul codice della comunicazione e, al di là dei differenti media usati (neon, fotografia, pittura), la pittura è sempre stata la sua principale ricerca. Codificata nella corrente definita “pittura fredda”, per la totale mancanza di gestualità ed espressività e per l’assoluta vicinanza a un mondo digitale, già intuito e poi fortemente affermato. Fausto Bertasa dall’interrotto codice a barre, ha percorso un cammino che, con l’uso della parola dipinta, ha esplorato la nostra realtà attraverso il mondo dei media (i quotidiani internazionali), la comunicazione verbale (attraverso le schede telefoniche, fino alla ritrovata verbalizzazione con gli sms) oltre a quello dell’imperante e insostituibile mondo di internet (tasti del PC; mouse pad).

FAIR TRADE ORGANIZATION, è la mostra che Bertasa presenta nella Galleria Duetart, ed è la sua produzione attuale quella che ha messo in luce, attraverso questa etichetta, un altro aspetto della nostra economia globalizzata: l’affermazione del commercio equo e solidale. Un commercio, nato come critica al modello tradizionale, che si oppone alle multinazionali rivolgendosi al Sud del mondo, dove la povertà e l’impoverimento sono ancora le cause di un mancato sviluppo. Questo marchio è stato per l’artista una scelta etica, ma soprattutto un motivo d’indagine verso altre realtà non convenzionali: sconosciute prospettive, associazioni alternative, ed altri loghi, certo meno noti, ma che fanno emergere lavori non pubblicizzati. I produttori sono artigiani e contadini dell’Asia, Africa e America Latina e attraverso le consolidate tradizioni esportano ancora le loro autentiche culture. E Fausto  Bertasa testimonia questo “altro mondo” multietnico, con le loro naturali cromie (la tavolozza è mutata, i colori sono quelle della terra e delle spezie) in quadri di grande formato di iuta, carta e cotone, proponendo uno shopping diverso, testimoniato anche in dipinti realizzati con scontrini che registrano simboli decolonizzati, mostrando sia “il Traid non Aid”,  sia l’originale esperienza di manufatti e creazioni realizzati in lontani villaggi anche da sole donne, come nel quadro rosa che, manifestamente dichiara: “Hand Made in the Village Poor Women Groups”.

 

Fausto Bertasa. Fair trade organization

duetart gallery, vicolo santa chiara 4 / 21100 varese

25 febbraio 2006 ore 18

tel +39 0332 231003 / www.duetart.com / info@duetart.com

Orario: da martedì a sabato dalle 15.30 alle 19.30

A cura di Chiara Guidi.

Inaugurazione sabato 25 febbraio ore 18.00

Il 16 marzo 2006 alle ore 21: Incotro con il critico Chiara Guidi.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.