Il mare a Gallarate

Il profumo ed il colore del mare di De Mastteis presso l’Università del Melo

Per una ventina di giorni, le rigorose geometrie dei palazzi del ‘900 si arricchiscono delle suggestioni uniche che il mare e l’oceano regalano all’occhio attento, che si apre e si chiude in sintonia al palpitio di un cuore toccato da cotanta maestosità.

Oronzo de Matteis, uno dei capostipiti dell’Action Painting, corrente artistica di una pittura gestuale che si nutre di sensazioni forti, sbarca all’università del Melo a Gallarate.

Il bagaglio artistico è notevole, come testimoniano le presenze presso musei newyorkesi, spagnoli, austriaci e francesi.

Da mezzo secolo sulla “cresta dell’onda” di un mare senza orizzonti, immerso in un universo liquido capace di farci fermare per un interminabile attimo e trasportarci in una dimensione talmente umana da condurci a riflettere su cosa potremmo diventare senza l’aiuto di un vero sognatore.

La ricerca di un’osmosi con gli elementi della natura che ci circonda appaga i sensi, rasserena l’anima e crea un transfert completo con un mondo che ci appartiene non avendone però preso piena consapevolezza.

Il profumo ed il colore del mare del Maestro de MATTEIS si possono cogliere in una mostra presso l’Università del Melo, in via Magenta 3 a Gallarate – nella galleria Silvio Zanella – dal lunedì al venerdì (18.00 – 20.00) e sabato e domenica (16.00 – 19.00) fino al 25 febbraio. Entrata libera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.