“Il Mereghetti” si ferma a Tradate

Il popolare critico cinematografico, creatore dello storico “Dizionario dei film”, presenta giovedì 23 febbraio in biblioteca, la nuova edizione dell’opera

Paolo Mereghetti, il super-esperto del cinema italiano, si ferma alla biblioteca di Tradate per presentare la nuova edizione del suo storico Dizionario dei film 2006, opera meglio conosciuto come “Il Mereghetti”, il primo e imitato volume diventato negli anni punto di riferimento della critica cinematografica, o più semplicemente una guida per chi vuole conoscere meglio un film prima di vederlo. Paolo Mereghetti arricchisce ogni anno il proprio Dizionario con nuove recensioni e l’edizione 2006 parte dai fratelli Lumière, “inventori” del cinema così come lo conosciamo oggi, fino ad arrivare a “La sposa cadavere”.

L’opera di Mereghetti è la più venduta nella sua categoria ed oggi raccoglie oltre venti mila schede con cast, trama, durata e un accurato giudizio critico. e inoltre gli indici delle voci tematiche, dei titoli originali, dei registi, degli attori e delle attrici.

L’iniziativa, che si svolgerà giovedì 23 febbraio nella biblioteca di via Zara alle 21, rientra nel programma degli incontri con l’autore che ormai da due mesi si svolgono regolarmente tutte le settimane nella nuova struttura, aperta lo scorso tre dicembre. L’incontro con il noto critico cinematografico è il secondo degli appuntamenti dedicati a Cinema e letteratura (il primo vide protagonista lo scorso 10 febbraio Vincenzo Cerami, lo sceneggiatore di Roberto Benigni).

Paolo Mereghetti, oggi 57enne, è scrittore e giornalista, collabora come critico cinematografico Il corriere della sera e con diverse altre riviste. Ha scritto su “Ombre Rosse”, “Positif”, “Linea d’ombra”, “Reset”, “Lo straniero”, “Segnocinema”, “Cahiers du Cinéma”. Inviato del Corriere della Sera, dove ha diretto il supplemento ViviMilano e le pagine Tempo Libero della cronaca cittadina, è titolare della rubrica di critica cinematografica sul magazine “Io Donna”. È stato consulente per il Festival di Venezia durante le edizioni di Lizzani, Rondi e Barbera, ha collaborato con Radio Tre e Raitre (alla trasmissione La mostra della laguna) e ha pubblicato saggi su Orson Welles, Arthur Penn, Marco Ferreri, Bertrand Tavernier, Sam Peckinpah, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Serge Daney, Jacques Rivette. Ha curato la sezione dedicata al cinema nella mostra Gli Anni Cinquanta allestita nel 2005 a Palazzo Reale di Milano. Nel 2001 ha vinto il premio Flaiano per la critica cinematografica.

Durante l’incontro, oltre a presentare il ricco Dizionario dei film, Mereghetti sarà intervistato da Giulio Rossini, presidente di Filmstudio ’90, la storica associazione varesina che da anni organizza la rassegna cinematografica estiva “Esterno notte” e che dall’anno scorso gestisce anche il cinema “Paolo Grassi” di Tradate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.