“Il Plan è intestato ad un numero civico fasullo”

Nuove polemiche e mobilitazione sulla zona T: i condomini chiedono chiarimenti al sindaco

Verso le 11 di questa mattina, una decina di residenti del Plan di Bregano capeggiati a dal dott. Fulgenzi sono arrivati agguerriti in comune a Bregano per chiedere conto al sindaco della situazione del residence. Il problema sollevato è la numerazione civica del residence che, a quanto sostengono i condomini del complesso di 82 unità abitative, risulta un’unica un’unità immobiliare con un unico numero civico peraltro inesistente. Il sindaco Bina non ha risposto alle polemiche, rimandando  ogni questione dei cittadini ad un futuro appuntamento.

Secondo quanto sostiene il dott. Fulgenzi “il carteggio e il codice fiscale del condominio Plan di Bregano sono intestati in via Enrico Fermi 1” e porta come prova anche delle lettere del Comune di Bregano indirizzate a questo numero civico. “Il problema è che in via Enrico Fermi 1 risiede un privato cittadino la cui casa non è compresa nel residence, la proprietà del Plan inizia dal numero 61.”

Il dott. Fulgenzi spiega che “la difformità della numerazione civica tra l’intestazione ufficiale del Plan e quella dei condomini che dalle carte d’identità risultano abitare ad un numero civico distinto crea notevoli problemi per la notifica di atti ufficiali e per la detrazione dell’IRPEF dai lavori pagati. La questione è nato nel 2003 quando l’attuale sindaco Bina cambiò la numerazione civica di via Enrico Fermi creando confusione tra gli abitanti del Plan.” Fulgenzi annuncia che intende denunciare il fatto alla Guardia di Finanza, per evitare futuri problemi con la giustizia, data la non corrispondenza della sua residenza con l’intestazione del complesso abitativo in cui risiede”.

Il problema della numerazione civica sottende in realtà la questione del forte deprezzamento degli immobili del Plan, in quanto ormai segnati dagli anni e vincolati dalle strette regole del condominio e della zona T turistica speciale. I sostenitori di Fulgenzi vorrebbero infatti  che i vari edifici del residence Plan fossero considerati come unità indipendenti, forti del fatto che nei mappali catastali ogni edificio è delimitato dai segni grafici che stanno ad indicare un lotto autonomo.

Il sindaco Fiorenzo Bina risponde “la numerazione è stata cambiata in tutto il paese in seguito ad una delibera della giunta e senza oneri per i cittadini, adottando il sistema metrico all’americana.” Il sindaco tiene a precisare che ogni blocco abitativo e ogni entrata per legge devono avere un proprio numero civico ed anche le unità abitative del Plan di Bregano non fanno eccezione”.  E’ possibile che ci siano problemi nel recapito di documenti, ma non ha nulla a che vedere con il comune. Il numero civico 1 a cui è intestato il Plan di Bregano corrisponde probabilmente alla vecchia numerazione”.  Bina tiene a precisare che “tutti i proprietari hanno firmato un atto di acquisto per un’abitazione in condominio e che il regolamento era allegato all’atto della vendita. Il motivo di tante polemiche risiede probabilmente in interessi privati a lui sconosciuti.”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.