Il viaggio di Vasco Rossi in biblioteca

Prima performance musicale per la presentazione del libro della Ricordi dedicato al noto rocker. Prossimo appuntamento Luigi Tenco

Vasco Rossi, un viaggio nella storia. È quello che è stato compiuto ieri sera, giovedì, nella biblioteca di Tradate, dove è stato presentato il libro edito dalla ricordi Vasco Rossi, ognuno con il suo viaggio, scritto da Diego Giacchetti e Marco Peroni. Quest’ultimo anche curatore della collana Le voci del tempo, sempre edita dalla Ricordi e per la quale sono già stati pubblicati i libri dedicati a Luigi Tenco, Fabrizio De Andrè e Gino Paoli. Vasco Rossi è invece la nuova uscita pubblicata soltanto il mese scorso.

Singolare la lettura che gli autori hanno dato all’opera di Vasco, non solo percorrendo la sua storia, dalle origini ai giorni nostri, ma anche affrontando il percorso storico in cui si è mosso il cantautore in tutta la sua carriera, dalla fine degli anni ’70, con il dilagare in Italia della droga pesante, fino agli anni ’90 e alla passione di Vasco per le donne. Un simpatico e appassionato Diego Giacchetti ha raccontato molti aneddoti sul cantautore, sulla nascita delle canzoni che hanno motivo di esistere, e soprattutto di essere studiate, soprattutto per il contesto storico in cui sono state realizzate.

Molto apprezzato dal pubblico presente in biblioteca, l’esecuzione live di alcuni brani di Vasco ed eseguite con chitarra e fisarmonica da Marco Borroni, dalla primissima Colpa d’Alfredo, passando per i classici Vita spericolata e Vado al massimo.
L’iniziativa di ieri sera ha aperto una serie di incontri dedicati al Letteratura e musica: il prossimo 23 marzo, in biblioteca a Tradate, sarà la volta di Luigi Tenco, sempre con esecuzione live delle canzoni più conosciute del noto e sfortunato cantautore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.