In aula due consiglieri su 30, Rosa: «Disprezzo verso le istituzioni»

Le precisazioni del sindaco Luigi Rosa dopo la seduta a palazzo Gilardoni. «Il mio è stato un atto di responsabilità nei confronti della Città»

Riceviamo e pubblichiamo

Costretto dai commenti apparsi sulla stampa sul Consiglio comunale che avrebbe dovuto riunirsi ieri sera a palazzo Gilardoni, il Sindaco Luigi Rosa puntualizza:
«Prima di tutto faccio notare che il Consiglio era convocato dal 20 gennaio scorso e che ieri sera, oltre a me e agli unici due consiglieri non dimissionari, si sono ritrovati in aula molti cittadini.

Io mi sono limitato a dire che l’assemblea non poteva essere svolta per mancanza del numero legale: l’assemblea non si è aperta, né chiusa, semplicemente non ha avuto luogo. Penso che sia dunque non corretto parlare di “commedia dell’assurdo” o di “consiglio comunale fantasma”.

Ritengo comunque una vergogna che i consiglieri abbiamo deciso di sottrarsi al dibattito. Questa è la vera amarezza, questo il vero disprezzo nei confronti delle istituzioni: i cittadini avevano raggiunto palazzo Gilardoni  perché si aspettavano di capire qualcosa di più su quanto accaduto in questi giorni.

Questo comportamento – a mio parere antidemocratico e irrispettoso delle funzioni del Consiglio comunale – stride di fronte ad alcune dichiarazioni rilasciate dopo le mie dimissioni: qualcuno ha detto che io sono scappato di fronte alle mie responsabilità. Al contrario, il mio è stato proprio un atto di responsabilità nei confronti della mia Città, un atto di coraggio dovuto ad una Città calpestata dai giochini politici. L’unica mia volontà è stata quella di fare chiarezza, non di certo quella di scappare dal confronto, come invece hanno fatto quasi tutti ieri sera. E non si trascuri che all’ordine del giorno del Consiglio c’erano temi delicati e importanti, a partire dalla convenzione ACCAM».

Luigi Rosa

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.