In mille per l’ultimo saluto a “Simun”

Chiesa gremita di gente ai funerali di Giannino Broggi, personaggio storico di tutto il tradatese

La chiesa era gremita di gente per l’ultimo saluto Giannino "Simun" Broggi, personaggio storico della città che si è spento venerdì all’età di 89 anni nella propria casa. Cinque preti, guidati dal prevosto Don Erminio Villa, hanno celebrato la cerimonia di fronte a una folla commossa che ha così voluto onorare uno degli uomini più conosciuti non solo della città, ma di tutto il tradatese e che contribuì notevolemente, con il proprio operato, a risollevare la Tradate del dopoguerra.
La cerimonia si è svolta nella chiesa prepositurare di Santo Stefano, a pochi metri da quel bar che lui ha gestito per anni e da cui sono passati praticamente tutti i tradatesi. Durante la cerimonia gli è stato reso omaggio anche dal maestro della banda musicale di Abbiate Guazzone, il quale ha eseguito in suo onore il silenzio.
Il corteo funebre si è poi diretto al cimitero della città dove da 30 anni, dalla scomparsa della moglie, Giannino si recava ogni giorno. Molte autorità presenti, dal Sindaco Stefano Candiani fino ad arrivare a molti membri della Giunta e del consiglio comunale.
«Giannino Broggi sarà sicuramente ricordato per tutto quanto fece in vita, non per singoli episodi – ha ricodato il primo cittadino -, a per come partecipò e fece propria la città, nel suo e nel nostro cuore».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.