Ipsia e Scientifico: parte la ristrutturazione

Quattr milioni di euro stanziati dalla Provincia per rimettere a nuovo il Ponti e il Da Vinci. Quasi due mioni anche per l?isi di Sesto

Altri tre progetti di adeguamento normativo di istituti scolastici superiori sono stati approvati dalla Giunta provinciale. Il primo riguarda l’Ipsia di Gallarate, il secondo, sempre a Gallarate, lo Scientifico, il terzo l’Isis di Sesto Calende. Si tratta complessivamente di 5,8 milioni di euro di spesa, comprensiva di tutti gli oneri e dell’Iva.

Nell’ultima riunione dell’esecutivo provinciale, la Giunta ha approvato tutti e tre  i progetti definitivi che prevedono la messa a norma di tutti gli impianti  elettrici, di quelli di riscaldamento, le vie di sicurezza.

Le opere  erano state inserite nel piano triennale dei lavori pubblici per il periodo 2006-2008, piano che il Consiglio provinciale ha approvato definitivamente il 16 novembre dell’anno scorso.

Secondo le indicazioni dei progetti, per l’Ipsia si spenderanno 2,1 milioni di euro, per il liceo Scientifico 1,85 milioni e un altro milione e ottocentomila euro saranno investiti all’Isis di Sesto, Istituto che ha da poco inaugurato anche la palestra e i campi sportivi esterni realizzati sempre dalla Provincia. Entro l’estate sarà pronto anche il progetto esecutivo, poi s’inizieranno le procedure per l’appalto dei lavori.

«Se consideriamo tutti gli interventi fino ad ora realizzati e programmati – osserva l’assessore all’edilizia scolastica della Provincia di Varese, Graziella Giacon – ci rendiamo conto della rilevanza dei lavori finanziati dalla Provincia per assicurare alle nostre scuole standard di sicurezza».

«Le scuole rappresentano con le opere pubbliche e la viabilità, una delle tre voci più significative in termini di investimenti per la Provincia. Mi pare che, più di ogni altra parola, parlino proprio le cifre che dimostrano la concretezza del nostro lavoro» ha commentato invece il presidente della Provincia di Varese, Marco Reguzzoni..

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.