L’impresa sotto i riflettori

Giorgio Merletti e Daniele Parolo anticipano alcune questioni che verranno affrontate nell'incontro di mercoledì con Aldo Bonomi

Saranno sul palco insieme al sociologo e rappresenteranno il braccio concreto di quello che Aldo Bonomi racconta nel suo libro, "il Capitalismo Personale", durante la presentazione prevista per l’8 febbraio all’Università dell’Insubria: Giorgio Merletti e Daniele Parolo, i due presidenti delle principali associazioni artigiane di Varese (Associazione Artigiani e CNA), hanno molto da dire, o meglio molto da raccontare di quello su cui Bonomi ha studiato.

Abbiamo così provato a farci anticipare qualche opinione in proposito, partando da una frase presa proprio dal libro, che dice così: «Il capitalismo italiano è qualcosa di più e di diverso da un capitalismo di piccola impresa. E’ un capitalismo  personale, basato sulle persone e sulle loro capacità di intraprendere, condividendo progetti, assumendo rischi, investendo risorse personali e familiari nella grande avventura» .

Ad entrambi abbiamo chiesto: Conferma questo tipo di forma imprenditoriale?

«Certo, non foss’altro per il fatto che queste cose le diceva anche mio padre – risponde Merletti –  In quello studio di Bonomi c’è un condensato delle storie artigiana. La verità è che la maggior parte di noi vive la fabbrica come un prolungamento della casa: questa è la fotografia di quello che succede a Varese, questo è il capitalismo personale. Questi sono valori però che non riusciamo a portare all’esterno: la parola capitalismo evoca sensazioni negative, e invece non è solo così. Se noi togliamo la parola capitalismo e le sostituiamo con un’altra che intenda il modo di vivere degli imprenditori, quel modo per cui ogni giorno si va a lavorare senza sapere come andrà a finire, bene, si coglie lo stesso tipo di precarietà che anche nei lavoratori dipendenti. Per questo noi commissionammo una ricerca sull’argomento nel 2001, che poi è diventata studio nazionale nel 2003 e ora libro»


«La forma di impresa italiana è quella famigliare – sottolinea Parolo –  un capitalismo legato alla famiglia, che in un confronto con i mercati globali vede questo approccio difficile, soprattutto con le piccolissime imprese. Per questo per la nostra associazione la carta vincente è l’associazione di imprese e per questo promuoviamo, ad esempio, le sinergie attraverso consorzi.Esempio classico della grande impresa è che il management non ha un rapporto diretto coi dipendenti, quello che avviene invece nelle piccole imprese è l’opposto specialmente nei rapporti interni. Per i rapporti esterni, tra aziende, la questione è diversa: consorziarsi per esempio, è un passaggio più difficile per le piccole aziende: non siamo per nostra natura consortili, ma individualisti».».

Cosa chiederà a Bonomi?
«Gli chiederò se è giusto che un piccolo imprenditore si impegni nel sociale – risponde il presidente dell’Associazione Artigiani, Merletti –  Io considero la politica sintesi della società: chi meglio di chi vive sulla sua pelle una serie di problematiche può cercare aggregazioni rispetto alla politica? Il problema però è che la maggior parte di noi non ha tempo di impegnarsi nel sociale e nel politico perché dobbiamo lavorare. Un peccato, perchè così la mercanzia buona finisce inutilizzata negli scatoloni, senza che nessuno riesca a valorizzarla all’esterno»

«Gli chiederò se ha già visto qualche piccola impresa al lavoro – risponde invece il presidente CNA,  Parolo – A volte non c’è conoscenza tra quello che fa l’impresa artigiana fa, ed è importante che gli studiosi vengano nelle imprese per vedere, verificare sul campo come le piccole imprese si basino sui rapporti umani».

Vite al lavoro
tavola rotonda sollecitata
dal libro di Aldo Bonomi e Enzo Rullani "Il capitalismo personale "  (ed. Einaudi)
Mercoledì 8 febbraio alle 17.30
Aldo Bonomi

Aula Magna dell‘Università dell’Insubria

Via Ravasi a Varese

Con:

Sociologo e Direttore Aaster

Angelo Belloli

Presidente della Camera di Commercio di Varese

Rossella Locatelli

Preside della facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria

Giorgio Merletti

Presidente dell’ Associazione Artigiani della Provincia di Varese

Daniele Parolo

Presidente di Cna Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.