La cena dei consiglieri e le pezze (peggiori del buco) di Agostinelli

Massimo Barbieri torna sulla questione della cena di Natale

Il consigliere comunale Massimo Barbieri torna sulla questione della cena di Natale con un comunicato, che pubblichiamo di seguito, nel quale attacca il presidente del consiglio Pietro Agostinelli.

Quod erat demonstrandum, come volevasi dimostrare. La risposta del presidente del consiglio comunale Pietro Agostinelli al question time sulla “serata culturale”, leggasi cena dei consiglieri, non ha fatto altro che confermare quanto sostenuto. Non è onorevole pagare la cena di Natale di alcuni consiglieri comunali con i soldi pubblici. Non è decoroso che a organizzare tale cena sia stata una cooperativa il cui presidente siede tra i banchi della Cdl. Non è dignitoso che, per giustificare tale versamento di soldi, si affermi: “Se non avessimo stanziato queli soldi chi ha lavorato quella sera (cuochi e camerieri) non sarebbero stati pagati”. Che cosa significa questo? Che la cooperativa Primavera sfrutta il lavoro dei suoi soci-lavoratori senza pagarli? Non vogliamo crederci. Sarebbe gravissimo. Non è, infine, compito politico né istituzionale del presidente del CC quello di “smussare gli angoli” della politica offrendo cene natalizie ai consiglieri (con i soldi dei cittadini). Non partecipare a tali eventi “mondani” significa forse lavorare per deteriorare i rapporti politici tra i consiglieri? No. Significa stabilire una distanza tra il lavoro politico e la vita privata. Tra il comportamento pubblico e quello privato.

I comportamenti pubblici della CDL che finora ha governato la città, a differenza di quelli privati, devono necessariamente essere oggetto di dibattito pubblico. Perché è anche grazie a essi che i cittadini si devono formare un’opinione, anche politica. Le scelte amministrative e gli atti pubblici (come quello in oggetto) sono l’essenza di ogni movimento politico. Per questo riteniamo che la risposta del presidente del CC sia stata un autogol in piena regola.

Massimo Barberi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.