La conoscenza delle lingue vale oro

Alla Scuola superiore di Mediazione Linguistica si costruisce un futuro lavorativo nel campo delle lingue. Con ottime possibilità

La conoscenza di una lingua straniera offre, sicuramente, un ventaglio di opportunità lavorative molto ampio.
Il ruolo del mediatore culturale, una professione non molto sbandierata ma assai apprezzata, è fondamentale in una società globalizzata. Ne sanno qualcosa docenti e responsabili della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici che, in tre anni, offre una laurea preziosa da sfruttare in un’ampia gamma di settori. Gli studenti faticano ad arrivare al terzo anno, sia perchè , comunque, la formazione non è per nulla una passeggiata, sia soprattutto perchè gli studenti vengono "rapiti" dalle aziende dove svolgono gli stages estivi.
Il ventaglio di opportunità viene costantemente foraggiato da questa scuola che da qualche anno rilascia diplomi universitari.  Nei prossimi giorni partiranno 6 master: due universitari ( in collaborazione con l’università telematica Gugflielmo Marconi) e quattro di alta formazione i altrettanti settori nevralgici della comunicazione e della mediazione linguistica.

Nella prima decade di marzo partiranno master in mediazione culturale, Traduzione letteraria e tecnico-scientifica, Interpretariato di conferenza, e Marketing di tecniche di comunicazione aziendale e pubblicitaria .
I corsi avranno sede nella scuola in via Cavour 30 a Varese e a Milano, presso l’Umanitaria di via Daverio 7.

Tutti i master sono riservati a laureati, con la richiesta specifica della specializzazione linguistica nei casi della traduzione e dell’interpretariato di Conferenza.

La mediazione culturale prevede un percorso formativo di 200 ore, con possibilità di farne altre 100 on line con l’università La Sapienza. Si tratta di un master di alta formazione  incentrato sulla comunicazione, l’antropologia, la geografia, la psicologia, la sociologia, la pedagogia oltre al diritto, ad internet e a moduli linguistici.

Un master d’alta formazione o un master universitario ( in collaborazione con l’università telematica Marconi) inizierà sabato 4 marzo in traduzione letteraria e tecnico-scientifico. 200 ore, o 1500 se si sceglie la via accademica, per approfondire il mestiere attaverso la storia ma anche le sue regole metodologiche, senza dimenticare l’analisi del mercato editoriale e le risorse del traduttore. Particolare attenzione verrà riservata alla lingua, alla traduzione e alla scrittura.

Il master, d’alta formazione o universitario a seconda che si opti per le 200 o le 1500 ore,  di Interpretariato di Conferenza inizierà il prossimo 6 marzo e approfondirà gli argomenti introduttivi, con le strategie della memorizzazione, le capacità di anticipazione o le varie tecniche, oltre ai vari tipi di interpretazione: la consecutiva, la simultanea, e le tecniche di scorrevolezza e naturalezza , oltre alle varie indicazioni sull’avviamento alla professione, le norme ISO, la dizione, la deontologia professionale.

L’ultimo master proposto dalla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici partirà il prossimo 11 marzo nel campo del Marketing e della Comunicazione aziendale e pubblicitaria. Si tratta di un corso di 150 ore accademiche per sviluppare la comprensione del processo di marketing, l’analisi delle opportunità con le strategie e la definizione dell’offerta di mercato, oltre alle tecniche di comunicazione e la programmazione neurolinguistica.

I costi variano dai 2.250 euro ( per i corsi di alta formazione) ai 4200 per quelli universitari.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: http://www.ssit-varese.it/. Informazioni possono essere chieste alla sede di via Cavour 30 di Varese o al numero di telefono 0332 237304

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.