La Pro Patria a Pizzighettone per tentare la scalata

Tigrotti a caccia del quarto successo in cinque gare. Out Boscolo e Vecchio, in forse Ticli e Valtolina

Dieci punti in quattro partite con sei gol fatti e uno solo subito: la Pro Patria ha invertito la rotta e le cifre lo dimostrano chiaramente. Dopo la vittoria interna sulla Pro Sesto, i tigrotti sono risaliti al nono posto in classifica, una posizione che lascia aperta qualsiasi soluzione da qui alla fine del campionato. Sono cinque i punti che separano i biancoblu dall’ultimo posto disponibile per accedere ai playoff (attualmente occupato dal Teramo), un distacco davvero minimo a dodici giornate dal termine. Attenzione però a non lasciarsi prendere dall’entusiasmo, perché la zona playout è distante anch’essa sole cinque lunghezze, e con un paio di risultati negativi le sabbie mobili del fondo classifica potrebbero riavvicinarsi pericolosamente.

Oltre a una condizione atletica eccellente, la principale ragione della trasformazione biancoblu è il rapido inserimento dei nuovi acquisti. Gli innesti di Marino, Rosso e Ticli hanno portato nuova linfa a un centrocampo che nella prima parte di stagione pareva in grave difficoltà, in attesa del completo recupero di capitan Tramezzani, pedina importantissima nello scacchiere di mister Discepoli. Proprio Marino e Rosso dovrebbero partire dal primo minuto nella prossima trasferta di Pizzighettone, crocevia importante per capire le reali ambizioni della Pro Patria. Contro i cremonesi del tecnico Venturato, invischiati nella lotta per non retrocedere, non saranno poche le assenze alle quali Discepoli dovrà far fronte. Oltre agli infortunati di lungo corso (Tramezzani, Gibbs, Salvalaggio e Barison) domenica non ci saranno gli squalificati Boscolo e Vecchio, mentre da rivedere sono le condizioni di Valtolina (febbricitante) e Ticli, che nel match di mercoledì ha riportato un infortunio alla mano: fortunatamente le radiografie hanno escluso fratture.

Gravi assenze anche fra i padroni di casa, viste le indisposizioni di Fietta e soprattutto di bomber Coralli, autore di dieci reti in campionato e capocannoniere del girone A di serie C1 in coabitazione con Varricchio dello Spezia.

Dirigerà l’incontro il signor Michele Cavarretta di Trapani, coadiuvato da Stefano Vaccaro e Paolino Deriu. All’andata fini 2-2, con i tigrotti in vantaggio di due gol e raggiunti in pochi minuti dai cremonesi. Una vittoria domenica sarebbe importantissima in vista del successivo tris di partite contro Padova, Genoa e Monza: tre scontri diretti per dare l’assalto ai playoff.

Pro Patria – Probabile formazione: Capelletti; Perfetti, Citterio, Franchini, Imburgia; Ticli (Valtolina), Marino, Rosso, Trezzi; Artico, Temelin. All.: Discepoli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.