La Voce della Città si prepara al voto

Il movimento si presenterà alle elezioni con una propria lista. Apertura al dialogo con tutte le forze politiche, ma a condizione che il candidato sindaco sia di garanzia

Una politica che si è allontanata dai bisogni dei cittadini e ne ha disatteso le aspettative. Metodi di governo che non hanno messo l’elettore al centro della vita amministrativa e che hanno fatto di Busto una città di serie B. La Voce della Città non ci sta più e annuncia che si presenterà con una una propria lista alle prossime elezioni.

Lo schieramento? Per ora il movimento, con un proprio comunicato stampa, ha fatto sapere di essere disposto ad incontri e confronti con tutte le forze politiche interessate a fare di Busto la capitale dell’industria alto-milanese. Questo in attesa che le forze politiche superino le diatribe e le discordie interne ed esterne in cui si dibattono, dimostrino un reale impegno per far crescere la città e scelgano un candidato sindaco di garanzia che non faccia firmare ai cittadini "una cambiale in bianco".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.