Maggioni: “Nuovo ospedale? Propaganda”

Il segretario cittadino dei DS fustiga le proposte degli esponenti del Carroccio: "altro che nuovo ospedale, grazie al centrodestra ci toccherà chiudere quelli esistenti"

 

Riceviamo e pubblichiamo

La
proposta della Lega e di Speroni di costruire a Busto un nuovo
Ospedale
a dimensione territoriale di Malpensa è pura
propaganda elettorale
: l’azione più urgente da fare è
invertire subito la dinamica del disavanzo della spesa sanitaria
che la stessa Lega e il Centrodestra hanno ingigantito a livello
nazionale fino a più di novemila miloni di euro in tre anni.

Se non
si cambia subito rischiamo di chiudere anche gli Ospedali attuali,
altro che costruirne di nuovi!

Le
sortite leghiste sul programma per Busto Arsizio sembrano piu adatte
ad uno spettacolo di illusionismo che ad un vero confronto
programmatico.

Il nuovo
Sindaco ed il nuovo Consiglio dovranno prima di tutto affrontare i
problemi di bilancio: il Comune è stato impoverito dai
progressivi tagli dei trasferimenti di risorse da Roma . La politica
della Lega è stata nella realtà una devoluzione al
contrario
, che ha messo in ginocchio le autonomie locali.

Per
quanto riguarda gli altri problemi va ricordato che Busto Arsizio è
stata governata da più di dieci anni dalla Lega e dal
Centrodestra, un tempo lunghissimo perché oggi possa essere
credibile qualche generica promessa sulla necessità di
rilanciare i centri storici, la zona industriale di Sacconago e
l’area delle Nord.

Il
Comune non ha affrontato problemi ben noti da tempo e che in futuro
riserveranno sorprese sempre peggiori, se non vengono proposte
soluzioni diverse e nuove, a partire dalla dimensione intercomunale
nella quale impostare politiche energetiche, di nuova mobilità
e di servizi agli anziani.

Si
tratta di temi sempre ampliamente discussi e sui quali il
centrodestra non si è mai sintonizzato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.