Malpensa, Alitalia attiva l’hangar per la manutenzione degli aerei

Soddisfazione da parte dei sindacati, ma con riserva: «Utilizzato personale in trasferta»

A sette anni dall’apertura dell’hub di Malpensa l’Alitalia attiva l’hangar per la manutenzione degli aerei. Due dei tre capannoni saranno infatti utilizzati dalla compagnia di bandiera per la manutenzione leggera dei velivoli a lungo raggio. «Da tempo si attendeva questa positiva inaugurazione – commenta Dario Balotta, segretario della Fit Cisl Lombardia -, poiché avvicina il vettore il vettore al suo principale mercato, ovvero il Nord Italia. Per rendere operativa questa decisione, ancora una volta però Alitalia ricorre all’impiego di personale in trasferta da Roma a Milano. Sono infatti un centinaio tra tecnici specialisti e ingegneri gli addetti che dal 1° marzo prenderanno servizio nello scalo della brughiera. Alitalia continua così la sua politica di precarietà sulla Malpensa. Tanto è che a tutt’oggi la base milanese degli equipaggi (piloti e assistenti di volo) è prevalentemente formata da personale in trasferta, che rende inefficienti i servizi e i suoi costi di gestione superiori a quelli dei diretti concorrenti. Alitalia deve una volta per tutte radicarsi sulla Malpensa e procedere rapidamente ad una politica del personale collegata al territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.