Minacciano il proprietario di un bar, estorsori in manette

Due uomini sono finiti nella rete dei militari dell'arma di Busto Arsizio

Torna alla ribalta il fenomeno delle estorsioni, ma la risposta non si è fatta attendere.

Il fatto è accaduto a Ferno: due uomini di Lonate Pozzolo, già noti alle forze dell’ordine, dopo aver atteso che non vi fossero clienti all’interno di un locale pubblico, con la scusa di lamentare un cattivo funzionamento delle macchinette videogioco, hanno intimidito il gestore del locale, accampando la falsa motivazione che il videogioco avesse loro sottratto indebitamente delle somme di denaro. Sono seguite minacce verbali e poi l’aggressione fisica; i due hanno utilizzato una sgabello ed un posacenere come armi improprie e sottratto a titolo di “risarcimento” alla vittima l’incasso del giorno. Non soddisfatti, i due hanno continuato a minacciare l’esercente, chiedendo in aggiunta la somma di centocinquanta euro.
A quel punto la vittima si è ribellata e ne è nata una rissa: l’uomo ha riportato varie ferite ed escoriazioni ed è stato medicato all’ospedale, quindi ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri per raccontare l’accaduto. I militari hanno così avviato una serie di accertamenti, non trascurando però di tenere sotto protezione il titolare del bar al fine di scongiurare il ripetersi di simili episodi.

L’esito dell’attività di riscontro ha condotto all’emissione da parte del GIP di Busto Arsizio, dietro richiesta del PM dottor Luca Gaglio, di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, per i reati di estorsione e rapina, eseguite alle prime ore di questa mattina, lunedì 6 febbraio, dai carabinieri di Busto e Lonate: nel mirino degli uomini dell’Arma un agente di polizia penitenziaria 34enne di Lonate, ma in servizio a Padova, e con il supporto dei carabinieri di Senise (Potenza) è finito nella rete un operaio 38enne di Ferno, che da un mese circa era tornato presso il proprio paese d’origine (Senise).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.