Miracolo DiMeglio: Altamura rimontata e battuta. È Final Four

Biancorosse scatenate in Coppa Italia. Prestazione sontuosa e 4-0 rifilato alle pugliesi davanti a un PalaPiantanida entusiasta

Tanto di cappello alle ragazze della DiMeglio Brums Busto Arsizio, autrici di un capolavoro sportivo e di un trionfo insperato, complice una prova di squadra davvero gagliarda.

In pochi avrebbero scommesso che Donets e compagne sarebbero state in grado di ribaltare il secco 3-0 rimediato ad Altamura nell’andata. E invece il 4-0 è diventato realtà, grazie ad una prova davvero sopra le righe, attenta in ogni istante e grintosa al punto giusto. La compagine bustese è sembrata tornare sui livelli migliori della stagione, cancellando in una serata l’ultimo periodo opaco. Ottime la ricezione e la difesa, dove Cozzi è stata imperiosa, mentre Luraschi ha smistato con intelligenza; Viganò e Blom sono passate con continuità, Donets, Luciani e Signori sono state molto redditizie al centro e a muro.

Si gioca, complice la concomitanza di tanto calcio in tv, davanti a pochi intimi, ma Parisi crede nell’impresa di ribaltare il risultato dell’andata e schiera il sestetto titolare: Donets e compagne iniziano bene, sfruttando un ottimo turno di battuta di Katja Luraschi e allungando con Blom e Viganò (7-2); Signori mura poi l’8-3. Due muri sull’olandese della DiMeglio riequilibrano il set (8-6), ma le bustocche sfruttano qualche errore di troppo delle avanti pugliesi ed ancora con Signori a muro raggiungono il 16-12. Blom passa e Luciani è imperiosa a muro (19-13), Milano chiama tempo. Nel finale Blom fa vedere i suoi migliori colpi, il muro/difesa biancorosso è perfetto (24-16), Signori chiude 25-17.
Secondo game: la DiMeglio è con la testa sulla partita ed è ancora la centrale numero 9 a mettersi in evidenza a muro e in attacco, mentre Luraschi fa male con il servizio (3-1) e Luciani mura (6-2). Menchova tiene per le ospiti ma Blom realizza con un gran diagonale l’8-5. La DiMeglio gioca bene e va avanti (11-7) con Viganò, Signori (ennesimo muro), Luciani (ace) e Donets (13-9); un ace di Signori (davvero in grande spolvero) ed nuovo attacco della capitana fanno 16-11. Marc accorcia ma Viganò mantiene il vantaggio (19-16; 20-17) e Altamura regala due punti (22-17). Blom affonda i propri colpi, Viganò difende tutto, Luraschi delizia il pubblico con l’ultimo attacco (25-20).

La rimonta comincia a farsi consistente, a Busto Arsizio manca un game per allungare la serie al set di spareggio. Al rientro in campo la DiMeglio sbaglia parecchio e Parisi chiama subito tempo (1-4); Blom e Viganò murano bene (4-6), ma Menchova è straripante in questa fase (4-8). Le ragazze di casa non mollano, Blom gioca bene, i muri di Viganò e Luraschi riaprono i giochi (11-11); le battute della palleggiatrice sono di nuovo insidiose, Signori efficacissima (14-12); Cozzi è super in difesa e Blom chiude uno scambio lunghissimo che porta al 16-14. Busto Arsizio trova spunti ottimi al centro con Signori e Luciani, il pubblico si infiamma (18-15); Cozzi continua a difendere molto bene, le attaccanti non sbagliano (23-19). Una battuta out di Biamonte regala 4 palle per il set di spareggio, la DiMeglio non le sfrutta ma lotta e vince meritatamente ai vantaggi la possibilità di giocarsi tutto al "tie-break": Viganò, Donets, Blom e il muro di Luciani regalano il 28-26.

Quarto set: la gara è equilibratissima ed entusiasmante, Viganò passa e Donets regala un piccolo break (7-5) e anche l’8-6. Si cambia campo: Luciani allunga (9-6), Blom c’è, ancora la numero undici fa 11-9, Altamura sbaglia ed è 12-9. Una dubbia decisione arbitrale fa il 12-11, Viganò regala 3 match ball e la DiMeglio sfrutta al meglio l’ultimo con un muro della solita Signori. Et voilà, l’impresa è compiuta: Festeggia il Pala Piantanida, la DiMeglio è alla final-four.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.