Nuova illuminazione per la chiesa di San Michele

Un sistema di luci dal basso verso l'alto esalta la bellezza della chiesetta e dell'alpe.

Continuano i lavori di abbellimento e recupero della chiesa situata in cima all’Alpe San Michele e dopo la lunga opera di restauro dei preziosi e antichi affreschi interni si è passati alle luci esterne. Un impianto innovativo illumina il monumento lungo le sue pareti con un fascio luminoso radente che ne esalta le forme ed i materiali costruttivi. I fari, installati a raso nel terreno circostante, donano alla chiesa un effetto veramente straordinario.

Si completa così l’importante opera di restauro fatta eseguire dalla Parrocchia di Domo e che ha visto come maggiori sponsor la Regione (75.000 euro), la Provincia (35.000 euro), la Comunità Montana (6.000 euro), il Comune di Porto Valtravaglia (7.000 euro) oltre alle numerose e generose offerte di privati.

L’alpe san Michele si propone, dunque, come meta turistica sia naturale che artistica oltre che storica con i camminamenti della Linea Cadorna che diventano un percorso di sci di fondo in inverno e un fantastico itinerario per il trekking estivo. Infine non va dimenticato l’aspetto eno-gastronomico con il ristoro San Michele che offre la possibilità di pranzare con prodotti tipici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.