Nuove regole per le case pololari

La commissione territorio dà il via libera alle modifiche al regolamento per gli alloggi di edilizia residenziale

Via libera in Commissione regionale Territorio presieduta da Marcello Raimondi (FI) ad alcune modifiche al regolamento regionale che stabilisce i criteri per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.
Si sono espressi a favore i partiti di maggioranza, contrario Zamponi (Italia dei Valori), mentre i rappresentanti degli altri partiti di opposizione hanno lasciato l’aula pochi minuti prima del voto finale.

Tra le principali novità introdotte, i Comuni avranno ora facoltà per gli alloggi a canone moderato di far svolgere alcuni compiti operativi quali il bando, la pubblicità e la raccolta delle domande direttamente al soggetto attuatore, che dovrà farlo sulla base di una specifica convenzione e sotto il diretto controllo del Comune stesso. "Ciò -ha detto il relatore del provvedimento Alberto Bonetti Baroggi (FI)- consentirà di avere bandi con tempi più brevi e assegnazioni più tempestive".
Si prevede, sempre per i Comuni, l’obbligo di comunicare per via informatica alla Regione la percentuale di presenza sul territorio delle categorie cosiddette speciali (anziani, persone sole, famiglie di nuova formazione e disabili). La validità delle domande viene inoltre portata a tre anni a fronte degli attuali due anni, "così da alleggerire i cittadini -ha spiegato il relatore- nella presentazione dei rinnovi". Infine, riguardo alla residenza, le domande saranno valutate non solo con riferimento alla condizione economica e alle condizioni familiari e abitative, ma anche al periodo di residenza sul territorio regionale, rispettando nel far questo le prescrizioni del Tar. Il provvedimento dovrà ora essere approvato dall’aula nella prossima seduta di Consiglio regionale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.