Opere pubbliche: da libro dei sogni a realtà concrete

Soddisfatto l'assessore Vincenzo Proto per l'avanzamento dei lavori in via Montecchio, Villa Usuelli e per la Caserma dei Carabinieri

Cardano al Campo procede a pieno ritmo verso la realizzazione del programma delle opere pubbliche. «Se consideriamo le opere pubbliche sopra citate, la sistemazione del cimitero che è già in fase di progettazione avanzata, e alcune altre opere già realizzate – come l’area feste, il ponte sul torrente Arno, i primi due lotti della scuola materna – si può notare che il nostro programma di opere pubbliche è stato pienamente rispettato – spiega soddisfatto Vincenzo Proto, assessore ai lavori pubblici, urbanistica ed edilizia privata -. In particolare gli alloggi in via Montecchio, il recupero di Villa Usuelli e la realizzazione della Caserma dei Carabinieri sembravano tre opere da “libro dei sogni”, e quattro anni fa qualcuno in campagna elettorale aveva anche ironizzato. Invece ora questi “sogni” stanno per diventare realtà concrete a favore dei cittadini cardanesi. Mi preme ricordare che nel frattempo abbiamo dovuto amministrare rapportandoci con i continui tagli governativi imposti agli enti locali, specialmente negli ultimi due anni; pertanto ci siamo dovuti impegnare nella gestione del nostro bilancio, ma abbiamo dimostrato attenzione e capacità  nel trovare collaborazioni e finanziamenti esterni. A riprova del fatto che, come dice il nostro sindaco, ciò che più conta è avere le idee giuste».

Per l’asilo nido i lavori termineranno a fine febbraio i lavori di ristrutturazione e ampliamento in via Bellini, incominciati nell’aprile scorso. D’estate erano state eseguite alcune opere di adeguamento della struttura ed erano state riqualificate le aule. Negli ultimi mesi i lavori si sono concentrati sull’ampliamento: dal prossimo anno scolastico l’asilo potrà così ospitare fino a 60 bambini. I lavori a Villa Usuelli procedono a buon ritmo: è stata ultimata la demolizione del vecchio edificio ed è stata abbattuta anche la vecchia facciata su piazza Sant’Anastasio. La riqualificazione di Villa Usuelli consentirà di realizzare una residenza protetta innovativa, “La Casa”, con 25 appartamenti per gli anziani del paese, che potranno così mantenere i propri legami con le persone e il territorio. I progetti residenziali saranno diversificati in base alle esigenze delle persone accolte, in base al progetto sociale “Synergy”, con la collaborazione del “Melo” di Gallarate. Un finanziamento regionale di circa 750 mila euro coprirà circa un terzo della spesa complessiva. Si è invece conclusa alla fine di dicembre la gara d’appalto svolta da Aler Varese per la costruzione di 12 appartamenti in via Montecchio: i lavori sono già stati consegnati alla ditta vincitrice, nelle settimane scorse, è stato allestito il cantiere e sono già state eseguite le fondamenta. L’edificio sarà pronto per la primavera del 2007,  l’assegnazione di questi alloggi sarà gestita dai servizi sociali del Comune, che stileranno una graduatoria dei richiedenti e li concederanno in affitto a “canone sociale”.

Alla fine di febbraio verranno consegnate le chiavi del cantiere alla ditta vincitrice dell’appalto per il 3° lotto scuola materna, che completerà l’opera pubblica. I primi due lotti della nuova scuola materna steineriana, infatti, sono stati inaugurati lunedì 6 settembre 2005, dopo che già a maggio si era svolto l’open day di questa scuola, unica in Italia nel suo genere. I primi due lotti accolgono già circa 200 bambini, il terzo e ultimo lotto ospiterà altri 70 bambini circa e sarà pronto prevedibilmente per la primavera del 2007. Infine la Caserma dei Carabinieri: l’ufficio tecnico comunale ha redatto l’estate scorsa il progetto definitivo e la Regione Lombardia ha svolto nel mese di dicembre la gara d’appalto. I lavori prevedibilmente inizieranno tra circa un mese. La copertura finanziaria (circa 1,7 milioni di euro) al momento è garantita dal bilancio comunale, ma l’opera verrà realizzata interamente con contributo dello Stato a fondo perso. Lo stabile individuato è Villa Carullo, situata tra via Ruberto e via Roma, che verrà completamente riqualificata. La superficie si estende su circa 1.500 metri quadrati. I lavori termineranno entro la fine del 2007.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.