Ore 13: al Casula inizia la lezione di sci

Da tre anni l'Itpa organizza un corso di sci sulle nevi del Mottarone. Un'iniziativa che ha riscosso un gran successo e inizia a fare proseliti tra le altre scuole

Ormai il freno morde, le Olimpiadi invernali sono arrivate.
I campioni della neve sono pronti al via per dimostrare il proprio valore olimpico. In città la fiamma è già arsa suscitando emozioni e attesa.
Ma per un gruppo di 50 studenti dell’Itpa Casula di Varese la neve è una compagna fidata da ben tre anni.
Da tanto tempo, infatti, l’istituto di via Monterosa organizza un corso di sci durante la settimana: « Per i nostri studenti, molto impegnati sul fronte degli scambi culturali, la settimana bianca è un tabù – spiega la docente di educazione fisica Silvana Papa – Così mi sono inventata quest’occasione. Una volta alla settimana raggiungiamo il Mottarone dove ci attendono istruttori qualificati. Tre ore di lezione ogni uscita, per sei volte: l’equivalente di una settimana bianca, anche se non c’è tutto il contorno di gioia ma anche di costi…».

A rotazione nei giorni della settimana, gli iscritti, ragazzi dalla prima alla quinta senza distinzioni, salgono sul pullman alle 11 e raggiungono la montagna. Dopo tre ore di attività, ritornano a casa contenti e … provati: « L’impegno offre innumerevoli vantaggi sia dal punto di vista motorio sia cardiovascolare».

Ideata di sana pianta, spinta dalla voglia di neve e di aria aperta, Silvana Papa ha preso in mano il telefono e ha contattato la società del Mottarone: « Un tentativo che è andata subito a buon fine grazie alla disponibilità dell’organizzazione del Mottarone. Così, ogni settimana, in un giorno diverso per non far perdere sempre le stesse lezioni agli studenti, facciamo quest’esperienza che ha riscosso un gran successo sia tra i ragazzi sia tra i genitori che si sono detti entusiasti».

Tre gli istruttori di snowboard e quattro i maestri di sci che seguono gli iscritti del Casula: «Ogni anno almeno una quindicina di principianti viene promosso al livello successivo. Così abbiamo quattro diverse classi in base alla preparazione, dai principianti al livello avanzato. Mi piace l’idea che questi ragazzi vengano iniziati ad uno sport che altrimenti non conoscerebbero mai visto gli alti costi. Se poi sboccia la passione….».

L’iniziativa sta facendo proseliti: a Varese è partito un corso analogo allo psicopedagogico Manzoni, mentre l’Ipsia sta tentando l’avventura con cinque pionieri. E anche tra le medie sembra che circoli la sciolina.
Oggi al Mottarone, domani a Torino?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.