Ospedale e cittadella della salute, mercoledì un dibattito

Lo organizza la sezione varesina dei Ds. Parteciperanno tra gli altri Cherubino e Banfi. Appuntamento per mercoledì 8 febbraio

Paolo Cherubino, preside della facoltà di medicina dell’Insubria, e Fabio Banfi, direttore sanitario dell’Asl di Varese saranno gli ospiti d’onore del dibattito che la sezione cittadina dei Ds ha organizzato per mercoledì 8 febbraio.
Alla Palazzina della Cultura di via Sacco, a partire dalle 21, i due alti esponenti del mondo della sanità e dell’istruzione varesina si confronteranno sul tema "Ospedale di Circolo e città della salute – Dallo slogan al progetto, idee a confronto". Presenti alla tavola rotonda, che sarà coordinata da Pier Fausto Vedani, anche Daniele Marantelli e Maurizio Andreoli, responsabile per la sanità dei Ds a Varese. Sul palco anche il consigliere regionale Stefano Tosi ed il capogruppo in consiglio comunale Emiliano Cacioppo.

L’incontro è stato presentato presso la sede Ds di via Monterosa. «Non è un caso – ha spiegato Marantelli – che il nostro partito sia così attento a tutte le questioni che girano intorno al nuovo ospedale. Ricordo infatti che fummo proprio noi, nel 1993, a "salvare" un finanziamento di 200 miliardi inizialmente concesso per la costruzione di un ospedale fuori città. Quando il progetto andò in fumo quei soldi rischiarono di andare perduti. Poi, grazie al nostro intervento, il Governo di Massimo D’Alema li destinò alla nuova struttura sanitaria che sta sorgendo in questi anni e che tra pochi mesi sarà pronta».

 Perché dunque organizzare un dibattito di questo tipo? Lo spiega sempre Marantelli, che attualmente è parte del consiglio nazionale diessino. «Siamo consapevoli delle difficoltà che inevitabilemente si riscontrano con il passaggio dal vecchio al nuovo ospedale. Proprio per questo motivo abbiamo lanciato le idee di un comitato di saggi e di una cittadella della salute: l’ospedale dovrà essere in grado di fornire un servizio di grande qualità sia per le persone comuni che necessitano visite o controlli di medicina preventiva, sia per l’Università che merita attenzione e spazi adeguati. Purtroppo finora ci siamo scontrati con tagli di posti letto e con una serie di addii da parte di figure di primo piano che rischiano di abbassare la qualità offerta ai pazienti. Mercoledì faremo "uscire" questa discussione, la renderemo pubblica per rendere partecipi i cittadini delle problematiche in questo campo. Ringraziamo due persone come Cherubino e Banfi, che politicamente hanno idee differenti dalle nostre ma che capiscono bene l’importanza degli argomenti che affronteremo e le necessità della nostra città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.