Pronte le liste di Rifondazione. Bertinotti capolista alla camera

"Emergenza sociale e problemi del territorio al centro della nostra campagna per le politiche"

Rifondazione Comunista ha definito le liste con 145 candidati per le prossime elezioni politiche in Lombardia dalle quale non nasconde di attendersi dalle urne un risultato importante che ha come obiettivo 11-12 eletti tra deputati e senatori. 

Capolista nelle tre Circoscrizioni per la Camera, come in tutta Italia, è l’onorevole Fausto Bertinotti, ma una quota significativa dei candidati è costituita da indipendenti, esponenti dei movimenti e delle culture della sinistra alternativa con cui il Prc Lombardia ha interagito in questi anni.
Tra i capolista spiccano i nomi, per il Senato, di Maria Luisa Boccia (docente di filosofia, femminista) e José Luiz Del Roio (Forum mondiale delle Alternative); di Daniele Farina (Centro Sociale Leoncavallo, consigliere al Comune di Milano) per la circoscrizione Camera Lombardia 1; di Maurizio Zipponi (metalmeccanico, ex segretario generale Fiom Milano) e Sabina Siniscalchi (già segretario nazionale di mani Tese) per Camera Lombardia 2.

Altri criteri adottati per la composizione delle liste sono stati, da una parte, la conferma dei parlamentari uscenti insieme ad espressioni del gruppo dirigente del partito (Graziella Mascia alla Camera Lombardia 1; Alfonso Gianni alla Camera Lombardia 2; Alberto Burgio e Giovanna Capelli della direzione nazionale, per Camera Lombardia 3 e per il Senato). Sull’altro versante è importante la rappresentanza del territorio: Gianna Baresi, consigliere alla Provincia di Brescia; Gianni Confalonieri, ex capogruppo in Consiglio regionale; Ezio Locatelli, segretario regionale; Augusto Rocchi, segretario provinciale a Milano.
Locatelli si dichiara molto soddisfatto per la rappresentatività delle candidature, e spiega quale sarà il carattere della campagna elettorale del Prc in Lombardia: «Di fronte al bilancio drammatico di cinque anni di governo Berlusconi, il centrodestra si sta inventando di tutto per occultare le proprie responsabilità. Il Prc farà l’operazione contraria. Metteremo al centro i problemi reali, che investono la grande maggioranza dei cittadini. C’è un’emergenza sociale da affrontare con urgenza. La lotta alla precarietà del lavoro e dei redditi, lo sviluppo del welfare fatto a pezzi dal centrodestra (dalla sanità all’istruzione, dalla previdenza alla casa), saranno i nostri temi centrali, insieme all’impegno per la pace e per il dialogo interculturale».

«Il programma dell’Unione – continua il segretario regionale – è un buon programma, va nella giusta direzione. Ma una volta scritti, i programmi vanno sostenuti e resi veri nei luoghi di vita e di lavoro dei cittadini. Condurremo una campagna elettorale nel segno del coinvolgimento e della partecipazione, attraversando il territorio con carovane, presidi e iniziative capillari. Incontreremo Comitati, Associazioni, gruppi e singoli cittadini. Perché nella nostra regione, da cui il centrodestra più arrembante e inetto è partito alla carica dieci anni fa, i fallimenti del governo Berlusconi si sono sommati ai guasti delle politiche neoliberistiche-familistiche della Giunta Formigoni. Un carico ormai insopportabile».

«C’è bisogno – conclude Locatelli – di una svolta nelle grandi scelte, ma anche nello stile della politica e del governo, che devono aprirsi alla partecipazione dei movimenti e della società civile. Ci aspettiamo un risultato di consensi straordinario per l’Unione e in particolare per le liste di Rifondazione Comunista, che di questi bisogni è l’interprete più radicale e determinato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.