Rapina a mano armata al GS di Masnago

L'autore è scappato a piedi verso Bobbiate dopo aver ripulito tre casse. Nessun ferito, un'impiegata è stata colta da malore. Due sospetti fermati dalla Polizia

Nessun ferito, ma solo una grande paura per dipendenti e clienti del GS di Via Sanvito a Varese (nella foto).

Questa mattina, sabato 4, intorno alle ore 10.15, un uomo armato di pistola ha fatto irruzione nel supermercato intimando al personale addetto alla cassa di consegnargli il ricavato della mattinata. Il rapinatore è riuscito a prelevare il contenuto di tre casse poi, al suono dell’allarme scattato dopo pochi istanti, l’uomo è uscito da una porta di sicurezza laterale ed è scappato in direzione di via Oldofredi. 
Scavalcando alcune recinzioni, ha deviato la sua corsa nelle vie sotto il cinema Vela e si è diretto verso Bobbiate, in zona boschiva,
riuscendo a sfuggire per poco agli agenti della squadra Volante di Varese subito intervenuti. L’intera zona è stata setacciata dagli uomini della squadra Mobile intervenuti a supporto, che si sono inoltre fatti carico delle indagini.

Dal racconto di alcuni testimoni sembra che il rapinatore, probabilmente italiano di circa 25 anni e corporatura media, indossasse un giubbotto mimetico beige, verde e marrone con cappuccio e occhiali da sole. Durante la corsa è stato anche rimproverato da una signora residente in un condominio in zona Vela che, ignara di quanto stesse accadendo, l’ha rimproverato perchè stava saltando una recinzione. In base al racconto della testimone, l’uomo aveva il pizzetto ed era vestito di rosso. Molto probabilmente durante la corsa si è liberato della giacca ed è rimasto in tuta. Non è però da escludere che gli uomini in fuga fossero due. 

Sembra inoltre che nei pressi del supermercato sia stato esploso un colpo di pistola, ma non è ancora chiaro se a sparare sia stato il malvivente o un agente, nel tentativo di intimidirlo. Ignoto anche l’ammontare dell’importo prelevato.

Sul posto oltre alla polizia è intervenuta un’autoambulanza (foto) a soccorso di una cassiera colta da malore per il grande spavento.

Intanto nei locali della Questura di Varese sono in corso gli accertamenti su due persone sospette fermate durante i controlli dagli agenti. La loro posizione è attualmente al vaglio degli inquirenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.