Recalcati: «Partita aperta a tante soluzioni»

Il coach di Siena e della Nazionale a poche ore dalla sfida con Varese: "Mai così tanto equilibrio alla Final Eight"

Coppa Italia e Carlo Recalcati: un’associazione di idee che a Varese fa pensare a quella maledetta finale dominata e persa dai Roosters nel 1999. Quest’anno a Forlì il c.t. della Nazionale italiana sarà invece il primo avversario della Whirlpool nel quarto di finale che aprirà la manifestazione, alla guida della Montepaschi Siena.

«Saremo al completo – sorride Charlie – abbiamo recuperato anche Pecile e ci presenteremo a Forlì senza problemi di formazione». La preparazione alla gara, che ricordiamo meticolosa quando il coach era il tecnico di Varese, ha seguito i canoni classici. «Il mio staff ha preparato un piano di gara ben definito, impostato sulle caratteristiche della Whirlpool. Abbiamo ripassato la "lezione" della gara di andata e visionato le cassette delle ultime giornate. Se poi Magnano avrà inventato qualcosa di nuovo, proveremo ad adeguarci senza però snaturare troppo il nostro modo di giocare. D’altra parte abbiamo a disposizione un rosa ampia ed abbiamo previsto alcune varianti a seconda di come si metterà la partita».

Secondo Recalcati comunque, il valore delle due squadre è preponderante rispetto ai singoli giocatori. «Sia Siena sia Varese hanno molti uomini che possono decidere la partita. È inutile concentrarsi su un avversario in particolare perché sia noi sia la Whirlpool hanno moltre soluzioni a disposizione e hanno potuto contare di volta in volta su una "punta" differente».

Infine il coach della stella preferisce non sbilanciarci in un pronostico secco. «Le otto partecipanti alla Coppa hanno dimostrato tutte di avere le carte in regola per fare strada. Il campionato sta esprimendo un grande equilibrio: ogni formazione ha vinto contro qualche avversaria e il fatto che si sia ricorsi alla classifica avulsa per definire la griglia fa ben comprendere l’incertezza su chi sarà la vincitrice. Per lo stesso motivo non segnalo neppure l’outsider di turno: partono tutte sullo stesso piano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.