Regolamento sulle antenne: ecco cosa non va secondo i Ds

Sotto la lente degli ex consiglieri comunali le modifiche apportate al documento

Dopo l’incontro con il commissario Porena, i democratici di sinistra chiedono alcuni chiarimenti che riguardano il codice entrato in vigore per la regolamentazione delle antenne.
Ciò che viene rimproverato al Commissario è l’eliminazione di alcuni articoli di tale codice, già approvato all’unanimità dal consiglio. Tra gli articoli omessi c’è il n°8, che prevedeva l’istituzione della Consulta sull’elettrosmog. «Di fronte a chiarimenti il Commissario ha risposto che la consulta è stata eliminata perchè appesantiva il procedimento» affermano i Ds. «Ricordiamo – continua la nota – che l’istituzione di una commissione su questo tema è prevista dallo statuto comunale . Inoltre la sua attività avrebbe dovuto cominciare a fine anno quando sicuramente il futuro sindaco e la nuova giunta saranno già insediati. Il consiglio comunale si era espresso a favore ed era necessario rispettare questo indirizzo politico».

Oltre a questo i ds recriminano il fatto che è stato eliminato dal regolamento anche l’articolo che consentiva di utilizzare gli introiti provenienti dai contratti d’affitto per l’acquisto di apparecchiature di misurazione dello smog elettromagnetico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.