Rifiuti: le minoranze non ci stanno

Le opposizioni di Cassano Magnago, Lonate Ceppino, Castelseprio, Caronno Varesino e Gornate attaccano le giunte in carica: "In Sieco non c'è democrazia"

Sieco, le minoranze dei Comuni coinvolti nella nuova società di raccolta rifiuti nata a Cassano Magnago nello scorso dicembre vogliono vederci chiaro. Le amministrazioni che hanno aderito al nuovo progetto sono Cassano Magnago, Lonate Ceppino, Castelseprio, Caronno Varesino e Gornate, con Sumirago che deve ancora definire l’accordo. Ad attaccare la giunta cassanese e le amministrazioni guidate da Lega Nord e Forza Italia è Giuseppe Di Nanno, segretario cittadino a Cassano Magnago di Rifondazione Comunista: «Il consiglio cassanese aveva deliberato il 19 dicembre la nascita della Sieco, ramo d’azienda della Cassano Magnago Servizi, trasformata in Spa un anno e mezzo fa – spiega Di Nanno -. Poco dopo in giunta, alla presenza solo del sindaco Morniroli, del vice Biliardo e dell’assessore Giacomozzi, è stata modificata la delibera. C’è mancanza di democrazia: il sindaco nomina un suo delegato nel cda dell’azienda, ogni amministrazione nomina un proprio delegato. Sono tutte amministrazioni leghiste o governate dalla Cdl. I cittadini che hanno votato per il centrosinistra, anch’essi azionisti dell’azienda, non hanno rappresentanza».

 

Di Nanno non si ferma qui e lancia accuse precise alle amministrazioni in carica: «Mi sembra un carrozzone senza alcune necessità effettiva – continua il segretario cassanese -, se non quella di sistemare i futuri trombati alle elezioni su poltrone create ad hoc. Per i cittadini non ci sono vantaggi, aumentano le spese e basta: il Cms costa ogni anno 40 mila euro per gli stipendi del cda, ora con Sieco le cariche raddoppiano e i soldi da pagare anche. Inoltre il Cms è stato svuotato di compiti, ma gli stipendi rimangono gli stessi. Altro che razionalizzazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.