Rubavano attrezzi nei cantieri, arrestati tre muratori

In manette anche una prostituta e un tunisino, clandestini redicivi; denunciati un pensionato per favoreggiamento della prostituzione e cinque nordafricani, clandestini

 

Prosegue
incessante l’azione capillare di controllo del territorio
ad opera dell’aliquota radiomobile e delle Stazioni della Compagnia
bustese dei Carabinieri, in particolare nelle ore notturne.

Alle ore 04.30 circa di oggi due pattuglie dell’aliquota radiomobile, a seguito
della segnalazione telefonica di
movimenti sospetti
presso un
cantiere edile di Solbiate Olona, sulla base di una sommaria
descrizione dell’autovettura impiegata, iniziavano un attento
pattugliamento delle zone circostanti. Veniva individutao un mezzo
che, alla vista dei militari, tentava invano di darsi alla fuga,
venendo bloccato, alla fine di un inseguimento, in via Piermarini a
Busto Arsizio. A bordo venivano controllati tre muratori 22enni di
Busto, che trasportavano numerosi attrezzi quali frese, martelli,
tronchesi, un “piede di porco”… Effettuati i controlli di
rito, sulla base di alcune indicazioni riportate sui materiali
ritrovati si riusciva a scoprire che gli stessi erano stati asportati
poco prima da alcuni cantieri edili di Marnate e Solbiate Olona, come
denunciato successivamente dalle vittime convocate per riconoscerne
la proprietà. Alla luce degli elementi emersi, il terzetto
veniva tratto in arresto per furto aggravato in concorso.

Non si tratta dell’unica attività dell’Arma in queste ore. La sera prima, alle
ore 22.00 circa a Busto Arsizio, in via per Fagnano, l’aliquota
radiomobile procedeva al controllo di un’autovettura con a bordo 3
marocchini e 2 egiziani (dai 20 ai 25 anni) sprovvisti
di documenti di identità e soggiorno. All’esito di controlli
incrociati, i 5 venivano denunciati per violazione alla normativa
sugli stranieri, subendo la notifica del decreto di espulsione,
mentre 3 di loro venivano denunciati anche per aver fornito false
generalità.

Alle 22.40 circa, a Castellanza, in viale Don Minzoni, la Stazione CC
locale ha invece proceduto al controllo di un cittadino tunisino di 32 anni, denunciandolo in quanto trovato in possesso di una piccola quantità
di hashish, e successivamente arrestandolo in quanto, dopo controlli, si è scoperto che non aveva ottemperato a un decreto di
espulsione già emesso a suo carico nell’aprile scorso.

Alle ore 23.30 sempre di giovedì 16, a Solbiate Olona, in via Venezia, la Stazione CC di
Fagnano Olona, vista la presenza frequente di prostitute registrata
nelle ultime settimane sul territorio, ha predisposto un servizio
mirato che ha portato al controllo di sette
prostitute di colore, di cui una arrestata poiché
inottemperante ad un decreto di espulsione emesso nel novembre scorso. Non ci
si è fermati però alla sola presenza di irregolari:
alla luce di diversi controlli svolti nelle settimane precedenti è
stato denunciato per favoreggiamento alla prostituzione anche un
64enne di Magnago,
più volte notato mentre accompagnava in zona con la
propria auto alcune prostitute.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.