Si è svegliata dal coma la donna massacrata a Gorla

Non è ancora in grado di sostenere una conversazione ma ha ripreso conoscenza. Era stata colpita a sprangate dal convivente

Si è risvegliata dopo quasi un mese di coma Ahou Koua Dio, detta Marie, l’ivoriana di 36 anni picchiata e ridotta in fin di vita dal suo convivente, Jean Claude Djabe, 39 anni, che ha ucciso sprangate anche Ama Claire Djabe, 18 anni, lontana cugina. Da qualche giorno la donna aveva incominciato un lento risveglio. La donna, che è ricoverat all’ospedale di Magenta, ora respira da sola e risponde agli stimoli anche se non è ancora in grado di sostenre una conversazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.