“Sorridi, sei passato col rosso”

Da sabato 25 attivi i primi quattro punti che immortaleranno - e multeranno - gli automobilisti indisciplinati: primi incroci in viale europa e a Calcinate del Pesce

Automobilisti varesini incauti e troppo disinvolti da questo fine settimana dovete stare bene all’erta: saranno attivi dal prossimo sabato, 25 febbraio, i primi 4 impianti che "immortalano" con foto digitali chi passa con il rosso.
I quattro punti selezionati per primi sono all’intersezione tra viale Europa e via Uberti (Nella foto: in due direzioni: via Gasparotto e viale Chiara) e a Calcinate del Pesce (due direzioni, lungolago Schiranna e Gavirate), ma i semafori per cui è prevista la cablatura sono in tutto otto, in un totale di sei incroci:
lo stesso sistema sarà installato infatti anche all’incrocio tra viale Valganna e viale Ippodromo (direzione via Buccari), a Masnago tra via Caracciolo e piazza Ferrucci (direzione piazzale Grilli), e in due punti del centro città,  negli incroci viale Aguggiari-via Grandi-via Staurenghi (direzione via Staurenghi), e via Staurenghi-via Sacco-via Verdi (direzione via Verdi).

«Si tratta di un’azione preventiva e non punitiva – ha spiegato il comandante della Polizia Locale, Antonio Lotito (al centro nella foto) – abbiamo infatti rilevato che, con i sistemi di telelaser e autovelox, gli incidenti sono diminuiti restando sotto la soglia dei mille nel 2005. Anche le multe automatiche, con le foto scattate ai semafori, rientrano nella stessa ottica: garantire sempre maggiore sicurezza sulle strade». 

Certammente, l’effetto deterrente può essere notevole: chi verrà "fotografato" subirà infatti una multa pari a 138 euro, mentre  contestualmente gli "svaniranno"  6 punti dalla patente. 

E non c’è molto modo di sperare di fuggire da questi implacabili controllori telematici: il sistema, completamente digitalizzato, scatterà automaticamente una foto a chi passa 3 secondi dopo che è scattato il rosso, qualche metro più in là della linea. Quindi, in una situazione incontestabile, e ad ogni impianto saranno scattate due foto.

«Il "fotografato" se guarda nello specchietto, avrà ben modo di accorgersene: il flash delle videocamere è molto visibile – ha precisato il commissario Giovanni Paolino (a sinistra nella foto) – Il margine di errore della foto è praticamente nullo, e viene indicata anche la velocità di marcia».

Le foto arrivano direttamente alla società di gestione, la Project Automation di Monza, che ogni quindici giorni le invia al comando dei vigili varesino sotto forma di dvd con i files: con questo a disposizione il comando procederà alla verbalizzazione.
Gli impianti semaforici con telecamere saranno in ogni caso ben visibili, indicati agli automobilisti da un’apposita segnaletica già installata nei giorni scorsi.

Il sistema fotografico che fa scoprire gli automobilisti che passano con il rosso non è costato un centesimo al Comune: l’installazione degli impianti è stata completamente a carico della società di Monza, che in compenso riceverà, per ogni multa incassata, 22 euro più Iva.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.