Sparava ai piccioni dal balcone, indagato giovane “cecchino”

Nella casa del ragazzo è stato trovato un uomo senza regolare permesso di soggiorno: espulso lui e indagata la madre del "cacciatore" in erba

Sparava dal balcone ai piccioni al di là della strada. Il curioso e pericoloso passatempo di un giovane rumeno del 1987 è stato bloccato dalla Polizia di Gallarate, intervenuta su segnalazione di alcuni cittadini spaventati dagli spari. Gli uomini delle forze dell’ordine hanno anche perquisito l’abitazione del ragazzo, in via Torino, trovando 2 carabine ad aria compressa e una pistola balestra acquistate di recente. Il giovane, I. F., è stato indagato per spari in luogo pubblico e reati contro gli animali.

Nel corso della perquisizione, nell’abitazione gli uomini della Polizia hanno anche trovato un altro cittadino rumeno, M. F., classe 1958, clandestino in Italia. L’uomo, ospita a Gallarate da diverso tempo, è stato espulso, mentre un’altra donna, B. D., del’67, madre del giovane cecchino, è stata indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.