Tagli ai traghetti, «la Provincia faccia qualcosa»

In una mozione presentata a Villa Recalcati le minoranze chiedono interventi immediati per migliorare il servizio di trasporto sul Verbano

La modifica degli orari e delle modalità trasporto che la Navigazione Lago Maggiore ha attuato a partire dal primo febbraio, a causa dei tagli della finanziaria, hanno portato notevoli disagi con conseguenti proteste degli utenti.

Otto le corse soppresse da Laveno ad Intra e altrettante da Intra  a Laveno ed ulteriori problemi per quanto riguarda la fascia oraria di funzionamento della biglietteria di Laveno. Questa, infatti, sarà aperta dalle 14.10 alle 16.10 e chiusa 10 minuti prima della partenza di ogni corsa, con la possibilità di fare il biglietto già a bordo, con l’aggiunta di una mora.

Data questa situazione i Capigruppo di Minoranza della Provincia di Varese, Giampietro Ballardin(Ulivo), Paolo Rizzolo (Margherita), Manolo Marzaro (Ds), Giampaolo Livetti (Rifondazione comunista), Maria Dolores Sessa (Verdi), hanno presentato una mozione in sede provinciale per ripristinare al meglio la navigazione sul Verbano.

«Considerata la grave situazione del servizio, i danni generali recati non solo alla navigazione, ma anche al contesto generale dei trasporti locali che non riescono a conciliare i loro orari con i traghetti mettendo in difficoltà studenti, lavoratori pendolari e l’autotrasporto e aggravando la situazione del turismo sul Maggiore», scrivono i Consiglieri Provinciali «chiediamo alla Provincia di sollecitare la Regione i Ministeri di competenza dello Stato e della Navigazione Marittima e la Direzione di Esercizio del Lago Maggiore di migliorare il flusso organizzativo della navigazione contenendo i costi dell’utenza».

Inoltre viene richiesto un continuo monitoraggio della situazione da parte di una commissione competente che riferisca dati e risultati al Consiglio Provinciale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.