Tarsu, La Voce della Città presenta un esposto in procura

L'ex consigliere Audio Porfidio: "Tramite la tassa rifiuti l'amministrazione comunale per anni ha incassato da molti cittadini soldi non dovuti"

L’aveva detto, l’ha fatto; Audio Porfidio, consigliere comunbale uscente e fondatore del gruppo La Voce della Città, ha presentato presso il tribunale di Busto Arsizio un esposto contro l’amministrazione comunale. Secondo il consigliere, il Comune negli anni ha incassato cifre non dovute grazie alla Tarsu, la tassa sui rifiuti. Varie categorie di persone che risultavano parzialmente esentate dal pagamento dell’imposta non ne sono mai state informate, finendo per pagare la tassa piena – da qui la protesta dell’ex consigliere, forte di un parere legale del difensore civico, avvocato Angelo Grampa, che riconosce l’esistenza del problema e la possibilità che questo possa fare giurisprudenza.

Infatti, se la cosa dovesse giungere a sentenza, si porrebbe per i magistrati il problema di decidere se un Comune sia o meno tenuto ad inviare ai cittadini cartelle esattoriali già ridotte, sulla base dello stato di famiglia e dei dati anagrafici in suo possesso, quando questi ultimi collimino con quanto previsto dalle normative che riguardano esenzioni parziali o totali dal pagamento di determinate imposte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.