Temelin-Marino, la Pro Patria riparte di slancio

Pro Patria – Pro Sesto 2-0 (1-0) – I tigrotti si impongono sulla Pro Sesto rilanciando le proprie ambizioni playoff. Solbiatese-Saluzzo 0-1

Grande prova della Pro Patria, che nel recupero della 22a giornata liquida con un secco 2-0 la Pro Sesto e si porta a soli cinque punti dalla zona playoff. Dopo un primo tempo molto divertente chiuso in vantaggio grazie al gol di Temelin, nella ripresa i tigrotti hanno controllato il risultato rischiando pochissimo e trovando il raddoppio allo scadere con Marino. In grande evidenza Boscolo e Capelletti, ma tutta la squadra si è espressa al meglio conquistando tre punti d’oro.

Mister Discepoli fa fronte all’assenza per squalifica di Cioffi proponendo un 4-4-2 con Ticli esterno destro di centrocampo e Trezzi dalla parte opposta. In attacco il solito tandem Artico-Temelin, alle cui spalle agiscono Boscolo e Vecchio.
Nella Pro Sesto di Trainini non ci sono Ferracuti (squalificato) e l’argentino Lazzaro (infortunato), mentre va in campo dal primo minuto l’ex di turno, Firmino Elia, che farà coppia in avanti con Sansovini. La curiosità del giorno è la presenza sul terreno di gioco dei gemelli Andrea e Stefano Citterio, entrambi difensori, il primo nell’undici della Pro Patria, il secondo in forza agli ospiti.

L’inizio è scoppiettante da ambo le parti: al 3′ Artico si fa vedere dalle parti di Borghetto con un tiro da dentro l’area di rigore che termina a lato. Tre minuti dopo Capelletti si supera deviando sul palo una punizione magistrale di Salvi, ed è fortunato poiché sul rimpallo la sfera batte sulla sua schiena senza però entrare in porta.
Il numero 1 biancoblu dimostra di essere in giornata di grazia quando all’11′ si oppone prima al sinistro di Sansovini, e poi, con un gran colpo di reni, alla botta a colpo sicuro di Elia.
Pronta risposta della Pro Patria, che pochi istanti dopo fallisce clamorosamente il vantaggio con Temelin, il quale, su un lancio dalla destra, evita il fuorigioco e s’invola da solo verso la porta. Il suo destro arriva però troppo tardi e favorisce l’intervento di Borghetto, che in uscita sventa il pericolo. Un minuto dopo l’estremo difensore ospite fa ancora meglio, respingendo d’istinto una conclusione da pochi metri di Citterio, bravo ad intervenire in scivolata dopo il colpo di testa di Artico.
I tigrotti sfruttano al meglio il momento favorevole e al 16’ si portano in vantaggio: lancio millimetrico di Boscolo che favorisce lo scatto di Temelin; Borghetto esce nuovamente dai pali, ma stavolta Temelin è lesto a calciare superando il portiere ospite per il gol dell’1-0. L’attaccante biancoblu si porta a quota nove reti, una in meno rispetto ai capocannonieri Coralli (Pizzighettone) e Varricchio (Spezia).

La Pro Patria mantiene il comando delle operazioni anche dopo il vantaggio, sfiorando il raddoppio a più riprese. Al 30’ Perfetti, servito da Boscolo,si esibisce in una spettacolare semi-rovesciata che meriterebbe maggior fortuna, ma la palla termina a lato con Borghetto immobile. C’è ancora spazio per due occasioni capitate a Temelin, che al 35’ sfrutta l’indecisione di Giaretta mettendo i brividi alla retroguardia ospite (destro fuori di poco), e al 42’ colpisce di testa su assist di Ticli senza centrare il bersaglio.
La Pro Sesto si risveglia solo a fine primo tempo, quando Sansovini, servito all’interno dell’area di rigore, si libera di Perfetti e conclude verso la porta, ma il suo tiro da ottima posizione termina incredibilmente a lato.
E’ l’ultima occasione di una prima frazione di gioco intensa ed emozionante, conclusasi con i tigrotti in vantaggio.

La ripresa si apre con un Boscolo in grande spolvero, sempre nel vivo del gioco e autore di un calcio di punizione che impegna Borghetto, costretto al corner. I milanesi provano a rendersi pericolosi con Sansovini, che sfrutta a dovere un cross di Ruffini colpendo al volo di sinistro: conclusione da applausi, pallone alto sopra la traversa.
Trainini prova a dare nuova linfa ai suoi inserendo Beccegato e Buretta, ma l’inerzia del match resta in favore della Pro Patria, in grado di controllare il gioco.
Al 18’ Imburgia si porta in avanti e conclude di sinistro: il suo tiro, non irresistibile, ha un rimbalzo irregolare che per poco non sorprende Borghetto, pronto a respingere col corpo prima che la propria difesa elimini il pericolo. Al 27’ si ripete l’asse Boscolo-Perfetti: corner del primo, incornata del secondo e palla bloccata a terra dal portiere non senza difficoltà.
A 5′ dalla fine la Pro Sesto sfiora un clamoroso pareggio: dopo un’azione prolungata l’occasione buona si presenta sui piedi di Fracassetti, la cui conclusione dall’interno dell’area trova un Capelletti in grande spolvero, che in tuffo salva il risultato.
I tigrotti di oggi non perdonano, e proprio al 90′ raddoppiano in contropiede con il neo-entrato Marino, che realizza di sinistro e chiude il match. Con il gol di oggi, il primo in campionato, il giovane centrocampista conferma le ottime impressioni destate sin dal suo acquisto. Nei minuti di recupero c’è solo il tempo per una punizione di Temelin deviata dalla barriera che sfiora il palo alla sinistra di Borghetto, poi il signor Gervasoni pone fine alle ostilità fra l’esultanza del pubblico bustocco.

In conferenza stampa parlano i giocatori, a partire dall’ex di turno Elia, che nel primo tempo ha sfiorato il gol: «Ho calciato a botta sicura, ma è stato bravo Capelletti ad alzarsi subito e a respingere il mio tiro. Peccato perché volevamo fare bella figura; nel primo tempo abbiamo avuto 2-3 occasioni, poi però il match è finito.»
La parola passa ad uno degli eroi di giornata, Andrea Capelletti: «Sto sfruttando al meglio la possibilità di giocare titolare, e spero di continuare così». A proposito della squadra, il “Cappe” guarda avanti: «Domenica prossima andiamo a Pizzighettone, trasferta molto importante per noi. Il nostro obiettivo è di fare bene anche lì».

Pro Patria – Pro Sesto 2-0 (1-0)

Marcatori:16’ p.t. Temelin; 45’ s.t. Marino.

Pro Patria: Capelletti, Perfetti, Imburgia, Boscolo, Citterio, Franchini, Ticli (24’ p.t. Marino), Vecchio, Artico (42’ s.t. Rosso), Trezzi, Temelin. A disp: Castelli, Dato, Davanzante, Bianco, Ambrosetti. All.: Discepoli.
Pro Sesto: Borghetto, Gregori (16’ s.t. Beccegato), Citterio, Fracassetti, Giaretta, Bendoricchio, Salvi (18’ s.t. Turetta), Pederzoli (34’ s.t. Bongiovanni), Elia, Ruffini, Sansovini. A disp.: Giussani, Bersi, Brillio, Bifini. All.: Trainini

Note: giornata fredda, terreno in cattive condizioni. Calci d’angolo: 8-1. Ammoniti: Vecchio e Boscolo (PRP); Citterio (PRS). Spettatori: 1075. Arbitro: Gervasoni di Mantova (Bertocchi e Farina).

A Solbiate Arno invece i padroni di casa cadono nuovamente, questa volta contro i piemontesi del Saluzzo nel match di recupero della quarta di ritorno del campionato di Serie D. 1-0 il punteggio finale per i piemontesi grazie al gol di D’Amato al 73′. Con questa sconfitta la squadra di Tufano è costretta per ora ad abbandonare i sogni di gloria in chiave playoff.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.