Trentadue scuole unite per far valere la propria autonomia

È nata As.Va., un'associazione tra tutte le scuole pubbliche del nord della provincia

Sono autonome ma unite, solidali e rampanti.
Le scuole autonome, dopo un primo sbandamento, hanno imboccato con decisione la via dell’associazionismo sia per condividere spese, costi e formazioni, sia per contare di più nei tavoli istituzionali.
A Varese, il primo fiocco rosa è per As. Va, un insieme di ben 32 tra istituti singoli e comprensivi che da Sumirago a Porto Ceresio ha deciso di tentare l’avventura. A tenere le fila, attualmente, è il dirigente del liceo scientifico Franca Borgogni Spinelli: « Il 7 febbraio si è costituita ufficialmente l’AS.VA , associazione delle scuole di Varese. Hanno aderito tutti gli Istituti statali  e due paritari, facenti parte del Nodo Territoriale di Varese. Ciò che differenzia As.Va dal Nodo è la volontà espressa dalle  istituzioni scolastiche autonome di essere responsabilmente protagoniste di processi da attivare in comune in una spinta dinamica che parte dal basso.
L’Associazione intende porsi in una posizione di collaborazione con l’Amministrazione di appartenenza, con l’Ente locale , con tutte le altre agenzie formative e con i soggetti imprenditoriali esistenti sul territorio in un’ottica di sinergica  collaborazione in modo che si possa offrire all’utenza il miglior servizio possibile sia come crescita personale dei ragazzi  che come formazione,nel senso più ampio del termine».
Oggi dirigenti e vice si sono riuniti al centro congressi De Filippi per fare il punto della situazione e per ascoltare altre esperienze nazionali. In sala c’era voglia di parlare, di confrontarsi, di trovare una via comune per cambiare un futuro denso di ostacoli e problemi.  La voglia di associarsi c’è da tempo, prima con il nodo, poi con i poli: tante esperimenti per condividere il cammino e le esperienze.
Il prossimo appuntamento per gli Associati è il 7 marzo presso il Liceo Ferraris per l’elezione del   coordinatore e dei suoi tre coadiutori, in tale occasione verranno anche definiti gli aspetti organizzativi e le attività prioritarie da mettere immediatamente in cantiere.    

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.