«Alla fin dei conti è un film visto da un pittore»

Allo Spazio Zero Alberto Peruzzotti espone i suoi ultimi lavori dedicati al cinema

«Alla fin dei conti è un film visto da un pittore» così Alberto Peruzzotti parla delle sue ultime opere, ispirate al mondo del cinema esposte allo Spazio Zero di Gallarate a partire dal 25 marzo 2006. Tele dallo schema costante dove il particolare di un fotogramma di celebri pellicole ispira la parte pittorica. Tutto nasce da una immagine scelta tra molti scatti tratti da una visione home video, da una scena o un personaggio che cattura l’emotività dell’artista, che suscita in lui un trasporto. L’immagine viene dunque tagliata, ritoccata, a volte stravolta. È una manipolazione libera da cui nasce un commento pittorico. Con sapienti tecniche Alberto Peruzzotti lavora sulla tela, sceglie il pennello e il colore da usare con ironia e divertimento, affianca motivi di pura invenzione a fotogrammi di Hitchcock, Huston, Welles, Coppola e Kubrick. Omaggio ai grandi maestri del cinema.

«Dalle tavole di Alberto Peruzzotti – scrive Francesca Pensa – emerge anche altro e cioè una sentita e profonda passione per il cosmo cinematografico, per i suoi racconti, per i suoi personaggi e per i suoi paesaggi. Dietro ogni opera sembra leggersi una partecipazione emozionata e intellettuale al racconto mediatico, partecipazione però fortemente individualizzata dall’intervento pittorico, che trasforma il frammento filmico in narrazione biografica indiretta dell’artista. Non a caso questi lavori sono stati presentati al pubblico sotto il titolo comune di Home Video Painting, perché rappresentano propriamente una visione privata, nella quale le immagini create per una fruizione collettiva si trasformano in racconti della coscienza, generati dallo sguardo interiore del loro autore e aperti all’interpretazione soggettiva di chi vorrà guardarli».

La mostra sarà visitabile fino al 9 aprile 2006.

L’artista in mostra

Alberto Peruzzotti nasce nel  1955 e si diploma a Brera nel 1977; insegnante  di educazione artistica, da sempre ha una produzione artistica ma è con gli anni ’90 che lavora ed espone costantemente. Inizialmente attento ad una ridefinizione dell’astrazione negli ultimi anni ha introdotto l’immagine fotografica, sempre affiancata al momento pittorico. Usa anche tecniche della tradizione quali la tempera a colla o l’encausto ed ha lavorato anche con l’installazione. Tra le mostre più significative si ricordano Campo d’orientamento a Villa Soranzo  di Varallo Pombia nel ’97, Costellazioni a Villa Pomini di Castellanza nel ’99, Nel segno allo Spazio Cesare da Sesto di Sesto Calende nel 2001 e le partecipazioni a Misteriosamente, arte sul territorio di Somma Lombardo, nel 2000 e 2004. Vive e lavora a Somma Lombardo.

 

“Final Cut”

Personale di Alberto Peruzzotti

SPAZIO ZERO, via Ronchetti n.6 Gallarate  VA

tel./fax 0331.777472

Dal 25 marzo al 9 aprile 2006

Inaugurazione sabato 25 marzo 2006 ore 18.00

Orario: da martedì a sabato 16.30-19.00,
domenica 10.00-12.00/16.30-19.00; lunedì chiuso
Ingresso libero

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.