Alvaro Pierri, un’orchestra a sei corde

grande appuntamento per gli amanti della chitarra; il chitarrista uruguayano di scena al Teatro Sociale

La rassegna "Chitarre dal mondo" presenta martedì 7 marzo 2006 alle 20.45 al Teatro Sociale di Bellinzona il secondo appuntamento della stagione 2005/2006: un recital con il grande chitarrista di origini uruguayane Alvaro Pierri. Sicuramente degno di essere paragonato per maturità artistica a figure leggendarie come Segovia, Bream e Williams, Alvaro Pierri è uno dei maggiori esponenti della chitarra classica contemporanea a livello mondiale.
Figlio d’arte – nasce nel 1952 a Montevideo da una famiglia di musicisti – si dedica allo studio del pianoforte dalla madre Ada Estades e si avvicina alla chitarra con la zia, la famosa chitarrista Olga Pierri. Sarà poi l’incontro con Abel Carlevaro a  segnare l’inizio della sua brillantissima carriera. Grazie al suo talento eccezionale Alvaro Pierri debutta giovanissimo e vince uno dopo l’altro praticamente tutti i concorsi internazionali più prestigiosi. Attualmente è attivo a livello accademico tra il vecchio e il nuovo mondo: è infatti professore all’università di Québec a Montréal e professore invitato all’Accademia Internazionale estiva del Mozarteum di Salisburgo.

Regolarmente si esibisce in Europa, America e Asia in apprezzatissimi recital e accompagnato dalle maggiori orchestre ed ensemble, tra i quali il prestigioso World Guitar Ensemble, una strabiliante formazione che riunisce alcuni tra i massimi interpreti dell’universo chitarristico contemporaneo, dei quali più d’uno hanno già deliziato il fedele pubblico di "Chitarre dal mondo".

La sua corposa discografia per chitarra sola ed ensemble da camera vanta un lunghissimo elenco costituito dai più prestigiosi premi e riconoscimenti, ma Alvaro Pierri riesce ad esprimere il massimo della propria arte – dal virtuosismo tecnico all’interpretazione – nelle esibizioni dal vivo. Dalla sua interazione spontanea con il pubblico scaturisce ogni volta un concerto nuovo, sempre comunque caratterizzato da una rara convivenza di perfezione tecnica e profondo coinvolgimento emotivo. Ogni incontro con Alvaro Pierri costituisce così un’esperienza indimenticabile, poiché "ascoltandolo ci si dimentica dello strumento per immergersi in un sottile e delicato linguaggio che è l’essenza stessa della musica" (France Musique).

Con il recital "Un’orchestra a sei corde", Alvaro Pierri proporrà martedì 7 marzo al Teatro Sociale di Bellinzona un affascinante percorso dalla musica antica di Francesco Da Milano fino al tango di Astor Piazzola, attraverso pagine concepite originariamente per la chitarra ed efficaci trascrizioni. Si potranno ascoltare pagine di Niccolò Paganini, Isaac Albeniz, Eduardo Sainz de la Maza, Astor Piazzolla e del suo primo insegnante di composizione, Alberto Ginastera.

I biglietti per "Un’orchestra a sei corde" possono essere prenotati presso Bellinzona Turismo (tel. 091 8254818; prezzi speciali per studenti e per i soci delle Associazioni "Amici del Teatro Sociale" e "Amici della chitarra").

www.teatrosociale.ch

www.amicidellachitarra.net

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.