Ancora ferma l’economia varesina

Situazione di “stasi” secondo l’osservatorio di Camera di Commercio. Timida ripresa le sole aziende di grandi dimensioni

Un ritmo di crescita perssochè nullo. E’ questo il risultato dell’analisi congiunturale sull’economia varesina relativa all’ultimo trimestre dello scorso anno realizzato dall’Osservatorio della Camera di Commercio di Varese. Nella relazione dell’Ente di di Piazza Montegrappa si legge che negli ultimi quattro mesi del 2005 «l’industria manifatturiera provinciale ha registrato un ritmo di crescita pressoché nullo: +0,01%. Però le imprese di grandi dimensioni, quelle con 200 addetti e più, segnalano un incremento tendenziale nei volumi produttivi pari a +2.83%».

Entrando nel dettaglio dell’indagine emerge che molti comparti economici subiscono diminuzioni tendenziali nella produzione: il legno-mobilio (-9.31%), la carta editoria (?7.94%), i minerali non metalliferi (-5.71%), l’abbigliamento (-3.31%), gli alimentari (-1.31%) e la gomma-plastica (-0.66%).

Si assiste invece all’inversione di tendenza per il fatturato delle aziende manifatturiere, che dopo una fase di contrazione, aumenta rispetto al trimestre precedente. Sul versante della domanda, il volume dei nuovi ordinativi acquisiti nel trimestre dalle aziende è aumentato sul mercato estero del 1.39% e su quello interno del 2.69%.

In ultimo il dato sugli investimenti. Nel 2005 hanno registrato per l’industria varesina un incremento di ben il 50% rispetto ai dodici mesi precedenti. In media, le imprese industriali della nostra provincia lo scorso anno hanno investito il 10.47% del fatturato. Nella maggioranza dei casi, gli investimenti hanno riguardato i macchinari, seguiti dall’informatica e dai fabbricati. Per quest’anno, però, gli imprenditori prevedono una riduzione. La stessa che segnalano anche gli operatori dell’artigianato manifatturiero, dopo che anche per loro la voce “investimenti” aveva fatto registrare lo scorso anno un incremento pari al 7.08%.

I risultati sono stati discussi dall’Osservatorio congiunturale, la cui composizione è stata recentemente allargata al mondo dell’Università, con la presenza di studiosi di Liuc e Insubria, al sistema bancario, con un esponente dell’ABI, alla Regione e alla Provincia, con riguardo in particolare al mercato del lavoro. Rappresentanti che s’aggiungono a quelle delle varie associazioni di categoria. «L’Osservatorio, inoltre, proprio per il ruolo decisivo che la Camera di Commercio attribuisce all’analisi economico-statistica quale strumento per lo sviluppo del Sistema Varese – sottolinea il presidente Angelo Belloli –, promuoverà specifici filoni di ricerca. Così, si sta già lavorando a una serie di approfondimenti, definiti in collaborazione con le associazioni di categoria, che verranno presentati in occasione della Giornata dell’Economia prevista per il 12 maggio in tutte le Camere di Commercio italiane».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.