Apre MiArt: undicesima edizione per la fiera Internazionale d’Arte

Dal 30 marzo al 2 aprile sarà allestita all'interno del Padiglione 15 di Fieramilanocity

Dal 30 marzo al 2 aprile 2006 apre al pubblico l’undicesima edizione di MiArt, la Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Milano.

MiArt, che inaugura il 29 marzo 2006, si terrà nel centro della città all’interno del Padiglione 15 di Fieramilanocity, in uno splendido spazio espositivo progettato dall’architetto milanese Mario Bellini, che sarà sede anche delle edizioni 2007 (29 marzo – 1 aprile) e 2008 (10 aprile – 13 aprile).

La struttura, inaugurata nel 1997, è articolata su due livelli con reception e servizi posti nel piano intermedio ed è interamente in cemento armato, con campate alte fino a 12 metri. Gli allestimenti saranno, come nell’edizione 2005, costituiti da pannelli alti quattro metri nei settori Moderno e Contemporaneo.

Anche quest’anno MiArt ha invitato i galleristi alla presentazione di un progetto espositivo che, a garanzia della qualità delle ammissioni, è stato vagliato dal Comitato Consultivo, riconfermato per questa edizione e composto da Claudia Gian Ferrari, Claudio Guenzani, Matteo Lorenzelli, Massimo Mininni, Marco Niccoli e Carla Pellegrini Rocca. Consulente artistico è Pasquale Leccese, mentre i galleristi Benjamin Brown di Londra e Philomene Magers di Monaco ricoprono il ruolo di Ambassador della manifestazione milanese nel loro Paese.

 

MiArt presenta tre distinti settori, dalle avanguardie storiche a quello che di più innovativo offre, oggi, la scena artistica. Il settore Moderno è riservato alle gallerie che presentano opere ed artisti dal primo Novecento agli anni ’60, nel quale esporranno per la prima volta la galleria Tessa Herold di Parigi e la galleria Manuel Barbié di Barcellona. Il settore Contemporaneo è dedicato agli espositori che espongono lavori degli ultimi decenni, mentre il settore Anteprima include le gallerie che presentano artisti emergenti under 35. Questa sezione, a cura di Roberta Tenconi, avrà per la prima volta una sua specifica short guide, nella quale verrà illustrato anche il progetto Video at MiArt, che raccoglie sedici gallerie italiane e straniere che operano con artisti video e ideato da Olivia Spatola. E’ un evento unico nel suo genere in Italia, reso possibile dalla collaborazione di Fondazione Stelline e del Comune di Milano Assessorato allo Sport e Giovani con Miart.

La speciale sezione Art & Co. presente in Fiera dall’edizione 2004, è dedicata a quegli espositori, sia dediti al settore storico sia a quello contemporaneo, che approfondiscono la linea di confine tra arte e design, limitata ai pezzi unici e rappresentata da grandi maestri.

 

All’interno della programmazione prevista non mancheranno i consueti momenti di incontro e scambio tra gli addetti del settore dell’arte ed il pubblico.

Dall’edizione 2006 è previsto l’invito ad un Paese straniero, che quest’anno sarà la Cina. Il progetto si concretizzerà nella presenza in Fiera di una selezione tra le più influenti gallerie con sede in Cina e sabato 1 aprile 2006 in una tavola rotonda, dal titolo Cina intra / extra Ovest, dedicata all’arte cinese contemporanea. L’appuntamento vedrà intervenire alcuni tra i più influenti artisti, curatori e collezionisti che vivono e operano tra la Cina e l’Occidente: Ai Weiwei e Huang Yongping, Hou Hanru e Li Xianting, Guan Yi e Uli Sigg, con Hans Ulrich Obrist, per delineare il quadro in cui si sta muovendo l’attuale fenomeno artistico cinese.

Alla massiccia presenza delle gallerie cinesi si vanno a sommare le quaranta nuove partecipazioni alla Fiera, soprattutto nel settore Anteprima, che provengono da Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Olanda, Slovacchia, Spagna, Svizzera e USA.

 

L’Università IULM, attraverso una collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri realizzerà, all’interno del settore Anteprima, una mostra per presentare al pubblico e agli operatori del sistema artistico il Premio New York per giovani artisti, ideato attraverso una collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e l’Italian Academy for Advanced Studies della Columbia University.

Accanto all’esposizione, che raccoglie i lavori realizzati dai giovani vincitori delle scorse edizioni (Matteo Basilè, Sarah Ciraci, Marta dell’Angelo, Rä Di Martino, Gabriele Picco, Chiara Rossi, Sara Rossi, Antonio Rovaldi, SISSI, Ivana Spinelli, Alessandra Tesi, Marcella Vanzo) il primo giorno dell’apertura della Fiera al pubblico, giovedì 30 marzo 2006, sarà possibile assistere ad una tavola rotonda tra alcuni dei componenti della Commissione Esaminatrice del Premio New York 2005 – 2006.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.