Arbitrato internazionale: le nuove strategie della Camera arbitrale

Un utile strumento per la risoluzione delle controversie commerciali, in una regione sempre più coinvolta nel commercio estero

L’arbitrato internazionale: uno strumento flessibile ed efficace nella risoluzione delle controversie commerciali internazionali. Ancora più importante per la Lombardia di oggi, al centro dell’interscambio commerciale tra Italia e Marocco, di cui la regione rappresenta circa un quarto, con il 29% dell’export e il 15,2% dell’import; tra le province più attive, oltre naturalmente a Milano con il 40% degli affari, anche Varese con il 10,7%. Si importano alimentari, quasi la metà dell’import dal Marocco, e si esportano macchinari, quasi un terzo dell’export (i dati sono il risultato di un’elaborazione della Camera di Commercio sui dati Istat nei primi tre trimestri del 2005).

Proprio delle prospettive dell’arbitrato, più rapido ed economico dei sistemi di giustizia ordinaria, si è parlato ieri a Casablanca durante il convegno sulle “Nuove strategie nell’arbitrato internazionale: il progetto Mediterraneo della Camera arbitrale di Milano”, promosso dalla Camera arbitrale, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano per le attività internazionali, con il supporto dell’Ambasciata d’Italia a Rabat.
Tra i partecipanti Giorgio Schiavonivice-presidente del consiglio arbitrale della Camera arbitrale di Milano, che ha dichiarato: "La Camera arbitrale si pone al servizio di imprese, professionisti e consumatori delle due sponde del Mediterraneo che mirano alla creazione di uno spazio comune condiviso di stabilità e sicurezza negli scambi commerciali. Il nostro obiettivo è quello di favorire la conoscenza e la diffusione dell’arbitrato quale strumento flessibile, trasparente ed economico per risolvere le controversie commerciali”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.