“Bencini ha fallito, se ne deve andare”

Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sult chiedono al presidente di Sea di dimettersi

«Bencini ha fallito, se ne deve andare». La richiesta è forte e giunge da Cgil, Cisl, Uil Ugl e Sult. Secondo le organizzazioni sindacali, il presidente di Sea, società che gestisce gli scali milanesi di Linate e Malpensa, dovrebbe dimettersi: «Con le sue decisioni – spiega Ezio Colombo di Cgil – sta mettendo a rischio il futuro di tutta l’azienda. La goccia che fa trabboccare il vaso è la totale mancanza di strategia imprenditoriale per arginare la vera e propria fuga di compagnie che lasciano Sea per Ata: dopo la British, altre stanno facendo gli stessi passi, e Sea sta a guardare. A giugno ci sarà la liberalizzazione, se Bencini non si muove l’azienda rischia di andare a gambe all’aria. E non dimentichiamo che da quando è in carica non ha assunto nessun dipendente a tempo indeterminato, ci sono 1500 lavoratori in meno e il passivo della società è lo stesso. Anche in Comune a Milano ieri si è capito che il giudizio sull’operato di Bencini è negativo, perché mancano gli investimenti pur avendo i soldi. Ha fallito, se ne deve andare».   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.