Bencini in Regione per fare il punto sugli aeroporti Sea

Ancora nulla di deciso sulla terza pista. Sea-Ata: «Garantite stesse mansioni» ai lavoratori

La Commissione Territorio, presieduta da Marcello Raimondi (Forza Italia),  ha incontrato questo pomeriggio il Presidente della Sea Giuseppe Bencini, che ha illustrato il ruolo della società che gestisce gli scali milanesi nel sistema aeroportuale lombardo, soffermandosi in particolar modo su Malpensa.

 

Nel 2005 il numero complessivo di passeggeri è stato pari a 28,7 milioni con un incremento del 60% rispetto al 1997, prima dell’entrata in esercizio dell’Hub di Malpensa. Di questi, quasi 20 milioni sono transitati a Malpensa e quasi 10 a Linate.
L’aumento si è inoltre verificato sui movimenti e sulle merci. Tanto per fare un esempio nell’Hub milanese, l’incremento delle merci è stato del 6,6%.

E se il sistema aeroportuale milanese si trova al settimo posto per traffico di passeggeri ( dopo Londra, Parigi, Francoforte, Amsterdam, Madrid e Roma) sale invece al quinto nella classifica europea degli scali con il maggior numero di destinazioni servite.

A Malpensa, infatti, si registrano 350 voli alla settimana con 75 destinazioni dirette. Al giorno transitano 90 mila passeggeri e 80 mila bagagli.

Nel suo intervento il Presidente della Sea ha inoltre fatto notare come Malpensa sia ai primi posti in Europa anche per puntualità e bagagli riconsegnati senza disguidi: nel 2005, nell’84,2%, dei casi il primo bagaglio viene consegnato entro 20 minuti, e l’ultimo entro 25 minuti (70,9% ).

Altro punto toccato l’occupazione generato da Malpensa: 19.909 persone lavorano nell’Hub milanese, circa 4000 alle dipendenze di Sea.

Durante il dibattito in Commissione, nel quale sono intervenuti diversi consiglieri, sono emerse anche le questioni relative alla Terza Pista e al rapporto coi sindacati rispetto a Sea Handling, la società che gestisce il check in e ciò che riguarda l’assistenza in aeroporto.

LA Sea ha assicurato che ai 50 dipendenti che passeranno da Sea Handling ad Ata (società che subentra a Sea Handling per una parte dei servizi a terra) saranno garantite stesse mansioni, stesse retribuzioni e stesso luogo di lavoro in virtù della clausola sociale prevista nel contratto nazionale di lavoro e voluta dai sindacati.

Sulla terza pista, invece, Sea ha assicurato che ancora non è stato deciso nulla. Soltanto – ha detto Bencini ai Consiglieri che glielo domandavano – è stato chiesto alle Istituzioni di tener conto, nel futuro Piano d’Area di Malpensa, della prospettiva di un ampliamento dell’aeroporto.

Sea ha poi ribadito che Linate è risorsa fondamentale per una città come Milano e ha sottolineato l’importanza acquisita da Orio al Serio, che si è concentrata sui voli low coast, definendoli “una piccola grande rivoluzione”. Su Montichiari, il Presidente Bencini si è detto infine favorevole a un potenziamento del traffico merci su tale scalo.

Soddisfatto il Presidente della Commissione Marcello Raimondi: “E’ stata un’audizione ampia e approfondita. Il Presidente Bencini ha presentato dettagliatamente le prospettive di crescita di Sea, legate soprattutto a Malpensa. Sarà ora compito della Commissione – ha concluso il Presidente Raimondi – interpellare gli altri soggetti interessati al sistema aeroportuale lombardo e dedicare attenzione all’Hub milanese e alla sua zona”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.