Boni: “Sul no agli asilanti hanno ragione i sindaci”

In merito all’ipotesi di un utilizzo a fini abitativi delle case delocalizzate interviene l’assessore regionale al Territorio e Urbanistica

In merito all’ipotesi di un utilizzo a fini abitativi delle case delocalizzate nelle vicinanze di Malpensa, è intervenuto l’assessore regionale al Territorio e Urbanistica, Davide Boni: «Sono d’accordo con i sindaci di Ferno, Lonate Pozzolo e Somma Lombardo che hanno rifiutato a chiare lettere l’ipotesi di ospitare i rifugiati nelle case delocalizzate. Le norme legislative non prevedono la possibilità dell’uso residenziale di queste abitazioni. La stessa legge poi, che ha finanziato e continua a finanziare, tramite la Regione, il processo di delocalizzazione, ci impone di riutilizzare gli immobili, ma solo a fini compatibili con il sistema aeroportuale e per ottenere le risorse necessarie per opere di mitigazione ambientale. Giusta quindi la posizione dei sindaci: abbiamo imposto ai residenti di abbandonare le loro case, non più adatte all’uso abitativo; sarebbe assurdo ora accogliervi altre persone, in violazione delle norme vigenti».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.