Cattaneo: «La Lombardia guarda alla nuova Romania»

Il sottosegretario alla presidenza parla di rafforzare i rapporti economici e commerciali col nuovo partnere europeo

"Dopo una collaborazione basata soprattutto su solidarietà e sviluppo, la Regione Lombardia guarda alla nuova Romania, quella che sta per entrare ufficialmente nell’Unione Europea, con un approccio che punta a rafforzare i rapporti economici e commerciali". Raffaele Cattaneo, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, si è espresso così dopo l’incontro di oggi con il ministro dell’Economia e Commercio della Romania, Iuliu Winkler, a Milano per partecipare al Convegno "ROMANIA. Conto alla rovescia per l’ingresso nell’Unione Europea" che si terrà domani presso Palazzo Turati.

"Un nuovo dialogo – ha ricordato Cattaneo – che può nascere in particolare approfondendo i rapporti in alcuni dei settori indicati dal ministro Winkler, come ad esempio i servizi di pubblica utilità, le infrastrutture e l’energia. Un rapporto che si intensificherà, dunque, non solo per le note affinità storiche, culturali e politiche, ma anche per i nuovi interessi reciproci che siamo pronti a sviluppare con il Governo rumeno, affiancando così, in modo ancor più significativo, il prezioso lavoro che le nostre imprese svolgono già da anni in Romania".

Il ministro Winkler, dopo aver ricordato come proprio il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni (allora vicepresidente del Parlamento Europeo) nel 1991 ricoprì l’incarico di Osservatore della Comunità Europea, alle prime elezioni libere rumene, ha riaffermato lo stretto legame istituzionale tra il suo Paese e la Regione Lombardia, indicando quest’ultima come un punto di riferimento fondamentale per favorire il processo di integrazione del Paese nell’Unione Europea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.