Commissine pari opportunità: come sempre tante parole e basta

Il Partito della Rifondazione Comunista attacca il presidente della Regione chiedendo la nomina di presidente e vice-presidente di commissione.

Riceviamo e pubblichiamo.

Dopo un insediamento in pompa magna, con tanto di discorso del Presidente davanti a stampa e televisioni sulla centralità che da sempre Regione Lombardia attribuisce al tema della presenza delle donne, la prima seduta della Commissione pari opportunità è stata subito aggiornata. 
 
«Appena si sono spente le luci della ribalta mediatica – spiega Nicoletta Pirotta, componente per il Prc della Commissione – e dalle parole si è passati all’opera, un impasse della maggioranza non ha consentito nemmeno i primi adempimenti formali previsti dal regolamento. E così, presidente e vicepresidente non sono state elette». 
 
«La Commissione Pari Opportunità – incalza il capogruppo regionale del Prc, Mario Agostinelli – rappresenta un luogo di confronto, di proposta e di verifica importante affinché alle donne siano garantiti, nel rispetto delle differenze, gli stessi diritti degli uomini. Ma questa partenza è davvero sconfortante». 
 
«Una volta di più – conclude il capogruppo – appare chiara l’inconsistenza delle politiche di questa Giunta. Formigoni e il centrodestra vivono di propaganda, grandi annunci e interviste. Ma i fatti, quelli veri, sono tutt’altra cosa».    
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.