Convegno alla Liuc su nuove forme di tutela del credito

Un seminario organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Carlo Cattaneo - LIUC per analizzare la nuova riforma delle legge fallimentare

Il processo di riforma della legge fallimentare, in corso da tempo, sembra giunto alle battute finali. I recenti interventi sulla procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese insolventi hanno già aperto la strada alla nuova visione della crisi dell’impresa, privilegiando il salvataggio e la conservazione dei complessi aziendali in luogo delle tradizionali forme di liquidazione concorsuale del patrimonio dell’imprenditore insolvente.

Con il Decreto Legislativo del 16 marzo 2005 n. 35, convertito nella Legge del 14 maggio 2005 n. 80, sono state introdotte significative modificazioni alla vigente legge fallimentare.

In particolare, sono state profondamente modificate le norme disciplinanti l’azione revocatoria fallimentare e il concordato preventivo ed è stato introdotto l’istituto degli accordi di ristrutturazione del debito.

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC intende proporre a professionisti, imprese ed operatori economici in generale un ciclo di incontri finalizzati ad esaminare le nuove disposizioni in materia.

Il primo incontro, che si terrà venerdì 10 marzo 2006 alle ore 14.15, presso la LIUC, è dedicato, in particolare, all’esame delle novità in tema di revocatoria fallimentare, concordato preventivo e accordi di ristrutturazione del debito, che costituiscono tre aspetti essenziali nel quadro della legislazione concorsuale con un forte impatto sul sistema delle tutela del credito e sul sistema economico in generale. È una prima occasione per una lettura delle principali modifiche introdotte con la riforma di fine anno e che sembrano avvicinare l’istituto del fallimento al modello statunitense.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.